Il commento di Donata Burgatta: un diverso modo di assaporare l’Olimpiade

Il commento di Donata Burgatta: un diverso modo di assaporare l’Olimpiade

Il commento di Donata Burgata sulla quinta giornata di Olimpiadi che ieri ha regalato due ori al Giappone nei 70 kg e nei 90 kg. Un diverso modo di assaporare l’Olimpiade in un’esperienza rivissuta nel tempo. Domani, invece, pubblicheremo il commento di Emanuela Pierantozzi sulla giornata odierna (-100 e -78 kg).

Pubblicato da Donata Burgatta il 11 ago 2016 in Monza

Mercoledí 10 agosto: guardo e riguardo tutti gli incontri sul tablet in diretta – perché la diretta TV perfino in questa edizione 2016 si è fatta scappare qualche incontro degli italiani.

La libertà di connessione mi permette di rivedere e rivivere più sensazioni di momenti emozionanti: la sala riscaldamento, l’attesa di salire sul tatami, la ricerca di concentrazione, la camminata cercado di azionare quell’energia che senti dai piedi alle mani che riconosci appena fai le prese, se sei convinto di essere lì in quel momento e riesci a lasciare tutto il resto fuori. E poi la parte tecnica: il dettaglio, il controllo, il particolare che rende l’attacco efficace davvero.

Tutti questi momenti (e molti altri a dire il vero) si possono vivere da tifoso, da atleta, da sparring partner. (Per me).

Emozioni e sensibilità su diversi aspetti con uno stessa sensazione di “orgoglio e privilegio”.

La medaglia è la medaglia, non c’è dubbio. Ma l’opportunità di rivivere in ogni modo l’Olimpiade non può che continuare a farci credere che si può e si deve fare quello che è veramente nelle nostre possibilità per contribuire ad un’impresa. Che sia combattere, insegnare, educare, tifare, supportare attraverso il judo, dentro e fuori dal tatami.
Ieri in gara…

…mi ha divertito guardare i combattimenti in generale. Non ricordo qualcuno in particolare.
Mi ha commosso il Georgiano (argento 90kg) che per tutta la premiazione ha tenuto la testa bassa, deluso (o avrà deluso qualcuno?) e abbattuto di un sogno infranto (quasi non potesse riaccadere… appunto). Come deve aver pensato Odette, ma lei, vista la sua premiazione, è decisamente tipo più solare e positivo!

Screen Shot 2016-08-11 at 1.26.58 pm


Commenta con Facebook

commenti