GS Ekaterinburg: Basile e Gwend a medaglia, ottima partenza azzurra.

GS Ekaterinburg: Basile e Gwend a medaglia, ottima partenza azzurra.

Giornata che sorride ai due atleti azzurri più attesi: Fabio Basile, finalmente a suo agio nella nuova categoria, conquista un ottimo terzo posto nei 73 kg. Anche Edwige Gwend si prende il bronzo, dimostrando ancora una volta la sua maturità nella categoria dei 63 kg.

Pubblicato da F.Massardo il 17 mar 2018 in Genova

Si è svolta oggi a Ekaterinburg, in Russia, la prima giornata del Grand Slam. Partenza positiva per la selezione azzurra che conquista già due bronzi con i due atleti più attesi: Fabio Basile e Edwige Gwend.

A seguire il resoconto della gara.

Gli italiani in gara. Sorteggio sinceramente proibitivo per i due azzurri impegnati nei 66 kg: Manuel Lombardo viene infatti subito eliminato dal campionissimo Abe, mentre Matteo Medves non supera il francese Le Blouch, arrendendosi anch’egli al primo turno. Come annunciato Fabio Basile si prende il bronzo nei 73 kg, vincendo la propria pool ai danni del rumeno Cercea, del bravo brasiliano Contini e del russo Kurzhev. Sconfitto in semifinale dall’armeno Karapetian per un ippon al GS, Fabio ha poi risolto a proprio favore la finale contro il kazako Smagulov per un wazari.
Percorso differente ma stesso traguardo per Edwige Gwend, che superata a fatica la russa Poliakova, si arrende all’olandese Juul Franssen, ma si riscatta eliminando nei ripescaggi la russa Badurova e la polacca Ozdoba-Blach grazie ad un ippon.

I PODI

Cat. -48 kg
Vittoria preziosa per Hiromi ENDO, in cerca di un pass olimpico nell’affollatissima selezione giapponese. L’atleta nipponica ha sconfitto in finale l’esperta argentina Paula PARETO, mentre terze sono la tedesca MENZ e la giovane mongola GANBAATAR.

Ekaterinburg-48

Cat. -52 kg
Natalia KUZIUTINA vince davanti al pubblico amico, prendendosi la soddisfazione in finale sulla grande favorita Erika MIRANDA. Un’altra brasiliana a medaglia è invece Jessica PEREIRA, terza così come la brillante giapponese Rina TATSUKAWA.

Ekaterinburg-52

Cat. -57 kg
Telma MONTEIRO non sembra conoscere gli acciacchi della vecchiaia e si prende l’oro, dopo un doppio wazari in finale contro Chen-Ling LIEN. Sul podio, ma un po’ a sorpresa solamente sul gradino più basso la mongola DORJSUREN, assieme alla sorprendente giapponese Momo TAMAOKI.

Ekaterinburg-57

Cat. -63 kg
Passando per un tesissimo GS, la giapponese Aimi NOUCHI si è presa il titolo ai danni della brava olandese Juul FRANSSEN. Terze come detto la nostra Edwige GWEND e la francese Maelle DI CINTIO.

Ekaterinburg-63

Cat. -60 kg
Yeldos SMETOV, asso kazako oro mondiale e argento olimpico, sbaraglia la categoria imponendosi in finale sul russo YASHUEV. Si deve quindi accontentare del bronzo il campione olimpico MUDRANOV. A fargli compagnia il giapponese OSHIMA

Ekaterinburg-60

Cat. -66 kg
Imbattuto da tre anni, il fenomenale Hifumi ABE non si ferma più e travolge sulla sua strada in finale il russo SHAMILOV. Sparring partners sul podio il russo ABDULZHALILOV e il talentuoso bielorusso MINKOU

Ekaterinburg-66

Cat. -73 kg
Detto del bronzo azzurro firmato BASILE, la categoria è stata vinta dal giovane mongolo TSEND-OCHIR, mentre la sorpresa di giornata è l’argento dell’armeno KARAPETIAN. Bronzo anche per il padrone di casa Uali KHURZEV.

Ekaterinburg-73

 

 


Commenta con Facebook

commenti