Grande Fiorini anche a Berlino

Grande Fiorini anche a Berlino

È Michela Fiornini il terremoto italiano a Berlino. Se la tappa tedesca dell’IJF World Tour cadetti si è infatti mostrata insidiosa quanto previsto, la giovane torinese è stata l’eccezione azzurra che non ha deluso le aspettative. Da poco sedicenne, la giovane 44 kg ha acciuffato un altro positivo successo dopo la vittoria di Zagabria, nella [...]

Pubblicato da AC il 3 mag 2014 in Bourg en Bresse (France)

È Michela Fiornini il terremoto italiano a Berlino. Se la tappa tedesca dell’IJF World Tour cadetti si è infatti mostrata insidiosa quanto previsto, la giovane torinese è stata l’eccezione azzurra che non ha deluso le aspettative.

Da poco sedicenne, la giovane 44 kg ha acciuffato un altro positivo successo dopo la vittoria di Zagabria, nella tappa inaugurale del circuito continentale; partita alla grande questa mattina, l’azzurrina ha fatto piazza pulita della fancese Gilly e quindi dell’ostica russa Grafullina, cedendo di misura solo all’olandese Amber Gersjes nell’incontro di semifinale. Senza darsi per vinta Michela ha affrontato con caparbietà la finale per il bronzo che l’ha vista stravincere con la francese Romane Yvin. Ottima performance per lei che si riconferma in ottima luce in vista dei più importanti appuntamenti estivi.

Pur senza risultato, buona anche la performance di Nicola Mortal che ha collezionato due buone vittorie prima di cedere il passo al tedesco Pogreban.

Giornata difficile per gli altri azzurri oggi in gara: Riccardo Biolchini, Gianluca Hamdi Nadir, Samuele Fascinato, Arianna Galliani, Greta Conti, Chiara Martinetto e Silvia Pellitteri.

La giornata di domani impegnerà altri sei azzurrini nelle categorie più pesanti: sul tatami di Berlino, Davide Spicuglia, Marco Maccaferri, Marco Truffo, Paola Barone, Giada Medves e Chiara Lisoni.

La prima giornata di quella che si è confermata
una delle tappe più dure del circuito cadetti (677 atleti in gara per 30 nazioni tra cui a Russia e Georgia) ha visto trionfare la formazione russa con ben dodici medaglie (3 ori, 4 argenti, 5 bronzi), davanti a Germania (1 2 3) e Francia (1 0 3).

Clicca qui per i risultati


Commenta con Facebook

commenti