Grand Slam di Tokyo: Cho e Otgonbaatar scongiurano l’en plein giapponese

Grand Slam di Tokyo: Cho e Otgonbaatar scongiurano l’en plein giapponese

Nella seconda ed ultima giornata del torneo gli atleti e le atlete di casa si confermano protagonisti conquistando cinque dei sette ori disponibili, senza tuttavia eguagliare l’en plein registrato ieri. Nessun europeo è comunque riuscito ad accedere al primo posto. Tre gli atleti italiani oggi in gara, ma solo Christian Parlati supera il primo turno.

Pubblicato da il 3 dic 2017 in

Adesso non è più una boutade: alle olimpiadi di casa il Giappone tenterà clamorosamente di conquistare tutti gli ori a disposizione.

Le prove generali del Grand Slam hanno visto infatti i nazionali nipponici occupare tredici dei quindici primi posti disponibili: a scongiurare un clamoroso en plein sono stati il mongolo Otgonbaatar negli 81 kg ed il coreano Cho Gun-ham nei 100 kg.

Nessun acuto invece per la rappresentativa azzurra, incappata oggi in un sorteggio particolarmente proibitivo.

A seguire la descrizione dell’ultimo giorno di gara, dedicato alle categorie maschili e femminili più pesanti.

-81 KG
Mongolia protagonista di questa categoria, vinta dal ventinovenne Otgonbaatar, che ha superato in finale il coreano Lee Sung-Ho. Altra medaglia per la Mongolia arriva dal bronzo di Nyamsuren. L’altro terzo è l’oladese Frank De Wit, che si conferma uno degli atleti europei più in forma del momento, dopo gli ori a Parigi e ad Abu Dhabi. Christian Parlati, dopo aver superato brillantemente il finlandese Verlin, si è visto sconfitto dall’ippon del russo Lappinagov.

GS Tokyo 2017 -81

-90 KG
Giappone assoluto protagonista della categoria con ben tre atleti a medaglia. Proprio la finale è stato un derby nipponico vinto dal talentuoso Nagasawa, ai danni di Yusuke Kobayashi. Sorprendente il terzo posto di Mukai che ha eliminato il campione europeo Kukolj. Al suo finco sul podio il georgiano Margiani.

GS Tokyo 2017 -90

-100 KG
Medaglia d’oro per un habituè de podio di Tokyo: il sudcoreano Cho Gu-Ham ha vinto dopo una finale tirata sull’olandese Korrel. A completare un podio questa volta privo di giapponesi sono l’ungherese Cirjenics e il belga di origini russe Nikiforov.

GS Tokyo 2017 -100

+100 KG
La categoria dei pesi massimi ha dato luogo ad una delle finali più combattute degli ultimi anni, quando il nipponico Ogawa ha vinto sul ceco Krpalek dopo addirittura dieci minuti di golden score, grazie ad uno shido per passività ai danni del campione del mondo dei -100 kg. Terzi sono risultati un altro giapponese, Kageura, ed il brasiliano Moura, uno dei favoriti della vigilia.

GS Tokyo 2017 +100

-70 KG
La finale completamente giapponese ha visto Yoko Ono sconfiggere la più accreditata Chizuru Arai. Al primo turno la campionessa ha costretto a tre sanzioni la nostra Carola Paissoni, che ha dunque pagato un tabellone decisamente ostico. L’altra giapponese, Siho Tanaka, è terza al pari della portoricana Maria Perez.

GS Tokyo 2017 -70

-78 KG
Vittoria a suon di ippon per la giapponese Shori Hamada, che ha sconftto in finale l’olandese Steenhuis, che conferma ad ogni modo i Paesi Bassi come miglior compagine europea.
La giapponese Sato e l’esperta francese Tcheumeo si sono aggiudicate la medaglia di bronzo. Niente da fare per l’azzurra Valeria Ferrari, che è stata sconfitta al primo turno dalla francese Malonga, poi quinta.

GS Tokyo 2017 -78

+78 KG
Non ha deluso le aspettative la padrona di casa Sarah Asahina, che ha con esperienza gestito la finale con la giovane giapponese Sone. I terzi posti sono ivece andati alla brasiliana Altheman e alla sudcoreana Kim.

GS Tokyo 2017 +78


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>