GP Zagabria 2018: Giappone al comando, Italia con l’amaro in bocca

GP Zagabria 2018: Giappone al comando, Italia con l’amaro in bocca

Prima giornata del Grand Prix di Zagabria, penultima gara prima del Campionato del Mondo che si svolgerà a Baku dal 20 al 27 settembre.
Sono giunti nella capitale croata 513 atleti da 78 paesi.
In gara in questa prima giornata in gara le cat. -60 e -66 Kg maschili e -48, -52, -57 Kg maschili.
Andrea CARLINO e Francesca MILANI purtroppo si fermano ai piedi del podio, ma questo non fa passare di certo in secondo piano la loro prestazione che in chiave qualificazione Olimpica è un grande passo avanti.
Nonostante l’eliminazione di entrambi al secondo turno, ottime sensazioni dal ritorno sul tatami internazionale per Matteo MEDVES ed Elios MANZI.
Francesca GIORDA e Miriam BOI sono eliminate al primo turno.

Pubblicato da A. Cau il 27 lug 2018 in Iglesias

Prima giornata del Grand Prix di Zagabria, penultima gara prima del Campionato del Mondo che si svolgerà a Baku dal 20 al 27 settembre.
Sono giunti nella capitale croata 513 atleti da 78 paesi.
L’Italia si presenta con 14 atleti: Andrea Carlino (-60); Matteo Medves ed Elios Manzi (-66), Fabio Basile e Leonardo Casaglia (-73), Antonio Esposito (-81), Nicholas Mungai (-90), Giuliano Loporchio (-100), Francesca Milani e Francesca Giorda (-48), Miriam Boi (-57), Edwige Gwend (-63), Carola Paissoni (-70), Giorgia Stangherlin (-78).

In gara in questa prima giornata in gara le cat. -60 e -66 Kg maschili e -48, -52, -57 Kg maschili.

Sintesi di giornata. E’ stata una prima giornata di conferme e di sorprese. La sorpresa più grande è senza ombra di dubbio la fine dell’imbattibilità dopo 34 vittorie consecutive del giapponese Hifumi ABE nella cat. -66 Kg. Il nipponico è stato sconfitto nei quarti di finale dal mongolo Altansukh DOVDON. A fine giornata sale comunque sul podio mettendo al collo la medaglia di bronzo.
Sorpresa molto positiva per i colori azzurri è stata la gara di Andrea CARLINO e Francesca MILANI che purtroppo si fermano ai piedi del podio, ma questo non fa passare di certo in secondo piano la loro prestazione che in chiave qualificazione Olimpica è un grande passo avanti.
Nonostante l’eliminazione di entrambi al secondo turno, ottime sensazioni dal ritorno sul tatami internazionale per Matteo MEDVES ed Elios MANZI.
Si conferma in ogni caso il dominio del Giappone che già dopo questa prima giornata prende il comando del medagliere.
E’ una conferma la giovane ucraina Daria BILODID sempre più padrona della cat. -48 Kg, così come la belga Charline VAN SNICK che sta prendendo sempre più confidenza con la nuova categoria e ormai il podio sta diventando consuetudine anche nei -52 Kg.

Gli Italiani in gara.
Grande gara ma alla fine si ferma ai piedi del podio il giovane Andrea CARLINO. Vince la sua pool sconfiggendo in serie l’australiano Bryan JOLLY, lo sloveno Matjaz TRBOVC e il kazako Rustav IBRAYEV. In semifinale si arrende al giapponese Naohisa TAKATO e nella finale per il terzo posto al britannico Ashley MCKENZIE.
Si chiude al secondo turno il ritorno sul tatami (dopo l’infortunio rimediato al Campionato Europeo) di Matteo MEDVES. Dopo l’esordio vincente per Ippon sul cileno Sebastian PEREZ, deve arrendersi al giapponese Abe HIFUMI. Stesso percorso per Elios MANZI, che prima supera il sempre temibile azero Nijat SHIKHALIZADA ma deve poi arrendersi al moldavo Denis VIERU.
Nei -48 Kg Francesca MILANI si ferma ai piedi del podio dopo una grande gara. Sorteggiata in una pool non semplicissima la vince d’autorità superando nell’ordine la serba Milica NIKOLIC, la brasiliana Gabriela CHIBANA e la francese Melaie CLEMENT. Accede così alla semifinale dove è però sconfitta dalla russa Irina DOLGOVA. Nella finale per il bronzo è però sconfitta dalla kazaka Otgontsetseg GALBADRAKH (che nelle eliminatorie aveva sconfitta l’altra nostra azzurra Francesca Giorda).
Francesca GIORDA è eliminata al primo turno dalla kazaka Otgontsetseg GALBADRAKH.
Nei -57 Kg Miriam BOI è sconfitta dall’israeliana Timna NELSON LEVY.

I PODI

Cat. -48 Kg
Medaglia d’oro per l’ucraina Daria BILODID che in finale supera la russa Irina DOLGOVA. Medaglie di bronzo per la kazaka Otgontsetseg GALBADRAKH e la giapponese Funa TONAKI.

Cat. -52 Kg
E’ la giapponese Shishime AI la vincitrice della cat. -52 kg. In finale l’atleta nipponica sconfigge la francese Amandine BOUCHARD. Medaglie di bronzo per la statunitense Angelica DELGADO e la belga Charline VAN SNICK.

Cat. -57 Kg
Finale tutta made in Canada con Christa DEGUCHI che supera Jessica KLIMKAIT. Medaglie di bronzo per l’ungherese Hedvig KARAKAS e la giapponese Haruka FUNAKUBO.

Cat. -60 Kg
Naohisa TAKATO vince la medaglia d’oro sconfiggendo in finale lo statunitense Adonis DIAZ. Medaglie di bronzo per il britannico Ashley MCKENZIE e il ceco David PULKRABEK.

Cat. -66 Kg
Medaglia d’oro per Israele con Tal FLICKER che in finale supera l’ucraino Georgii ZANTARAIA. Medaglia di bronzo per il Giappone con Hifumi ABE e per Israele con Baruch SHMAILOV.

 

Foto @IJF Media


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>