Giuliano Loporchio oro a Tallinn. Milani e Lombardo bronzo

Giuliano Loporchio oro a Tallinn. Milani e Lombardo bronzo

Con tre medaglie e due quinti posti, l’Italia chiude la prima European Open post-olimpica al settimo posto per nazioni. A Tallinn, in Estonia, Giuliano Loporchio conquista una splendida medaglia d’oro nei 100 kg, mentre Francesca Milani e Daniel Lombardo si piazzano al terzo posto, rispettivamente nei 48 e 60 kg. Anna Righetti ed Emanuele Bruno [...]

Pubblicato da Ennebi il 11 set 2016 in Barcellona, ESP

Con tre medaglie e due quinti posti, l’Italia chiude la prima European Open post-olimpica al settimo posto per nazioni. A Tallinn, in Estonia, Giuliano Loporchio conquista una splendida medaglia d’oro nei 100 kg, mentre Francesca Milani e Daniel Lombardo si piazzano al terzo posto, rispettivamente nei 48 e 60 kg. Anna Righetti ed Emanuele Bruno si piazzano ai piedi del podio rispettivamente dei 57 e 73 kg.

Giuliano Loporchio disputa ben quattro incontri: al primo turno fa fuori l’ungherese Zalan Ohat in soli 2 minuti; Giuliano passa cosí ai quarti di finale, dove supera in 2 minuti e 44 secondi l’atleta brasiliano Leonardo Goncalves; in semifinale è la volta dell’ucraino Semen Rakita, fatto fuori in 1 minuto e 18 secondi. Nella finale, Giuliano vince per differenza di sanzioni (3 a 1) a scapito dell’atleta della Biellorussia Viktar Larchanka.

European-Judo-Open-Tallinn-2016-09-10-202477

Francesca Milani va invece subito ai recuperi per mano dell’atleta polacca Ewa Konieczny, che la supera di yuko. Nei due incontri successivi, Francesca si riscatta alla grande: dapprima s’impone sull’atleta delle Mauritius per 3 sanzioni a 0, poi sull’atleta della Bielorussia, Anfisa Kapayeva, superata per ippon nella finalina per il bronzo.

Anche Daniel Lombardo conquista la terza piazza con quattro incontri disputati. Reduce dal terzo posto in Germania in Europ Cup, Daniel si aggiudica il primo turno con l’estone Mark Tsirkin grazie a 3 sanzioni; ai quarti di finale l’incontro va all’istraeliano Alon Rahima per differenza di sanzioni (3 a 1); al primo incontro dei recuperi Daniel supera per due yuko il biellorusso Maksim Klimau; mentre la finalina per il bronzo viene decisa al golden score per ippon, ai danni del polacco Adrian Wala.

Sono tre gli incontri che Anna Righetti disputa: esce al primo turno per mano della tedesca Amelie Stoll, che s’impone di waza-ari; Anna supera poi la svedese Ebba Glaas per un waza-ari per poi cedere il passo nella finalina per il bronzo per mano dell’israeliana Adi Grossman.

Sono cinque gli incontri che disputa Emanuele Bruno. Una differenza di sanzioni (2 a 1) contro lo svedese Victor Allansson gli consente di accedere al secondo tirno eliminatorio, dove incontra e supera per ippon l’ucraino Artem Khomula. Ai quarti di finale Emanuele avanza ancora grazie ad un waza-ari contro un solo yuko segnato dal finlandese Eetu Laamanen. La Battuta di arresto arriva in semifinale dove Emanuele cede il passo per due sanzioni all’olandese Sam Van T Westende. Nella finalina per il bronzo Emanuele non ce la fa a superare il brasiliano Lincoln Neves, che s’impone di uno yuko.

Gli altri italiani in gara erano Giulia Caggiano nei 57 kg, Valeria Ferrari nei 78 kg, Diego Frustaci negli 81 kg e Vincenzo D’Arco nei 100 kg. Di questi, solo Diego Frustaci supera il primo turno eliminatorio.

Con 7 medaglie in totale, 2 ori, 2 argenti e 3 bronzi, il Brasile conquista il medagliere per nazioni. Alle sue spalle in ordine troviamo la Germania, con 2 ori, 2 argenti e 1 argento, e la Bielorussia, con 1 oro, 2 argenti e 3 bronzi.

European-Judo-Open-Tallinn-2016-09-10-202480


Commenta con Facebook

commenti