Giulia Quintavalle ai piedi del podio

29/07/2012 Giulia Quintavalle è quinta. L’avventura olimpica della Campionessa di Pechino si ferma ai piedi del podio. La medaglia è sfumata, ma è la seconda finale disputata in due olimpiadi e ciò la conferma tra le grandi 57 kg del mondo.   Nel primo incontro eliminatorio affronta la coreana Jan-Di Kim, numero 9 del WRL. La [...]

Pubblicato da Ennebi il 4 set 2013 in Londra

29/07/2012 Giulia Quintavalle è quinta. L’avventura olimpica della Campionessa di Pechino si ferma ai piedi del podio. La medaglia è sfumata, ma è la seconda finale disputata in due olimpiadi e ciò la conferma tra le grandi 57 kg del mondo.

 

Nel primo incontro eliminatorio affronta la coreana Jan-Di Kim, numero 9 del WRL. La coreana ha già disputato un incontro contro l’atleta mongola.

 

Giulia si impone prima di yuko, ottenuto costringendo l’avversaria a subire due shido, e poi di ippon a 30’’ dallo scadere.  L’avversaria non era affatto facile.

 

L’incontro successivo è quello dei quarti di finale, dove Giulia affronta l’ostica Kaori Matsumoto, la giapponese numero 1 al mondo.

Purtroppo, Giulia cede il passo alla forte atleta nipponica per wazari.

 

Ma non è finita qui, ci sono i recuperi.

Giulia appare detemrinata e nell’incontro con l’austriaca Sabrina Filzmoser, numero 6 al mondo, non si fa sorprendere.

L’incontro non è facile e l’azzurra contringe la Filzmoser allo shido. Poi quest’ultima da una situazione di chiusura destro-destro attacca irregolarmente alla gamba, in modo diretto. La decisione arbitrale non poteva che essere hansoku make. Giulia dovrà ora affrontare la difficile finale per il bronzo.

 

Purtroppo, la corsa di Giulia si ferma ai piedi del podio. Sul suo cammino si mette di traverso l’atleta statunitense Marti Molloy, sulla carta si tratta di un incontro facile. Ma Giulia appare poco concentrata e si fa beccare in ko uchi gari a poco più di due minuti dalla fine, dopo aver subito una sanzione per passività. Peccato, le sta stretto questo risultato, senz’altro!

 

Tuttavia Giulia si conferma tra le cinque migliori 57kg presenti nel panorama internazionale. Complimenti a lei soprattutto per la dedizione che l’ha portata a confermarsi tra le grandi.

 


Commenta con Facebook

commenti