Giovanni Esposito è campione del mondo!

Giovanni Esposito è campione del mondo!

È azzurrissimo il cielo di Sarajevo: Giovani Esposito è l’indiscusso campione del mondo under 18 della categoria fino a 66 kg. Dopo il bis d’argento con Biagio D’Angelo e Sofia Petitto, gli azzurri salgono sulla vetta del mondo col napoletano dal sangue d’oro. Dopo la doppietta tricolore nazionale, il bronzo europeo ed il titolo di [...]

Pubblicato da AC il 6 ago 2015 in Monza

È azzurrissimo il cielo di Sarajevo: Giovani Esposito è l’indiscusso campione del mondo under 18 della categoria fino a 66 kg. Dopo il bis d’argento con Biagio D’Angelo e Sofia Petitto, gli azzurri salgono sulla vetta del mondo col napoletano dal sangue d’oro.

Dopo la doppietta tricolore nazionale, il bronzo europeo ed il titolo di campione del Festival Europeo Olimpico giovanile, oggi Giovanni ha brillantemente superato per ippon il Tajiko Abdulloev e il kazako Marat ed in semifinale si è preso la rivincita sul turco Bilal Ciloglu che l’aveva battuto agli europei: da vero fuoriclasse il napoletano ha volto l’incontro a suo favore, imponendosi per waza-ari. Un vero capolavoro invece la finalissima col georgiano Bagrati Niniashvili, recuperata a 10 secondi dalla fine quando tutto sembrava concluso a favore dell’avversario: a dieci secondi dalla fine, Giovanni è sgusciato in un uchi-mata fulminante che ha inchiodato al suolo l’incredulo georgiano.er__28q6644

Quarta medaglia per gli uomini azzurri al Campionato Mondiale, dopo i due argenti di Elios Manzi nel 2011 e nel 2013, e l’argento di Biagio D’Angelo nella giornata di ieri; secondo oro azzurro al mondiale: fu Valeria Ferrari la campionissima nel 2009 alla prima edizione di Budapest.

Settima piazza oggi per un buon Luca Caggiano, fermato dal georgiano Beglarashvili e dal russo Bogatyrev dopo due turni vinto con maestria. Fuori per mano kazaka il re d’Europa Manuel Lombardo, che non è riuscito a confermare un valore che non viene mai meno. Fuori al primo turno anche Martina Zamponi, Giulia Santini e Ludovica Lentini.

Con l’oro di Giovanni Esposito e i due argenti di D’Angelo e Petitto, l’Italia è seconda nel medagliere per nazioni dominato dal Giappone con due ori e due bronzi.

“Quella di oggi è stata una giornata particolare” ha commentato Nicola Moraci “iniziata con l’eliminazione inattesa di Manuel Lombardo, seguita da quella di Zamponi, Santini e Lisoni: un vero peccato per Manuel che ha sentito il peso del titolo continentale e oggi ha subito il kazako per un istante che gli è stato fatale, senza riuscire quindi a recupreare a causa della difesa poco regolare dell’avversario. Buona la prova di Luca Caggiano che si è fermato solo di fronte a due avversari molto forti che sono poi saliti entrambi sul podio. Quella di Giovanni Esposito è stata invece un’altra giornata: superlativa e avvincente la sua gara, senza un’attimo di cedimento neanche in finale quando si trovava in svantaggio di waza-ari e ha avuto la forza di crederci fino all’ultimo e di reagire ribaltando l’esito dell’incontro a proprio favore. Questo risultato mostra la bontà della scuola italiana: sbaglia chi pensa che sia facile vincere nei cadetti…un mondiale è difficile in tutte le classi. Le altre nazioni,  partono col vantaggio di un sistema sportivo che tutela gli atleti anche a scuola per esempio, dove i nostri ragazzi sono invece tartassati e penalizzati invece di ricevere riconoscimenti e gratificazioni per il loro impegno. In tanti avranno seguito la giornata di oggi in streaming, una giornata che testimonia la bravura di un tecnico che sforna grandi campioni: in due anni Raffaele Parlati  ha dato all’Italia due campioni del mondo, Antonio nel 2013 primo campione mondiale junior, Giovanni oggi, primo campione del mondo cadetto. A lui e a uomini come Gianni Maddaloni e Pierangelo Toniolo, dal cui lavoro arrivano le medaglie di ieri, bisognerebbe fare una statua per il lavoro fatto con i giovani: sono grandissimi tencici e veri maestri di judo.”

Domani sul tatami di Sarajevo Christian Parlati e Chiara Lisoni.

 

 

Clicca qui per i sorteggi

Clicca qui per la diretta streaming

 

aaa_zpsrhfrxwbz

 


Commenta con Facebook

commenti