Giorda e Boi le azzurre di Paks

Giorda e Boi le azzurre di Paks

Francesca Giorda e Miriam Boi, sono le azzurre di Paks: nella prima giornata dell’Atom Cup, la tappa ungherese dell’IJF World Tour under 21, l’Italia ha conquistato due medaglie di bronzo con la torinese a la romana. Forte delle due medaglie di bronzo conquistate a Coimbra e a Lignano, Francesca è stata protagonista di un’ottima giornata, [...]

Pubblicato da il 11 lug 2015 in Monza

Francesca Giorda e Miriam Boi, sono le azzurre di Paks: nella prima giornata dell’Atom Cup, la tappa ungherese dell’IJF World Tour under 21, l’Italia ha conquistato due medaglie di bronzo con la torinese a la romana.

Forte delle due medaglie di bronzo conquistate a Coimbra e a Lignano, Francesca è stata protagonista di un’ottima giornata, partita in salita dapprima con una vittoria sulla serba Jovanovic, quindi con la battuta d’arresto con Gallya Sagitova (RUS). Ritrovata la concentrazione ai recuperi, la torinese ha superato la canadese Grenapin, la svizzera Silva e la tedesca Patrycia Szeleky in un’ottima finale.

Non è stata da meno la romanissima Miriam Boi, che in apertura si è imposta sulla slovacca Kanatova e sulla tedesca Schmidt, prima della semifinale sfumata di misura con la slovena Manja Kropf. Non c’è stata invece possibilità per l’inglese Natasha Fraser nella finale per il bronzo, in cui è stata l’azzurra ad imporsi con determinazione.

Oltre alle due medaglie di bronzo, l’Italia ha conquistato anche cinque quinti posti con Romina Passa, Giulia Pierucci, Davide Pozzi, Claudio Pepoli e Andres Felipe Moreno.

Quinto posto per Romina Passa che superate la tedesca Sheffold e la polacca Wiszniewska, ha ceduto il passo a Marusa Stangar senza riuscire a riscattarsi nella finale dove ad avere la meglio è stata la bielorussa Anfisa Kapayeva.

Quinta anche Giulia Pierucci: eliminata alla grande l’austriaca Herbst, Giulia non è riuscita ad inquadrare la tedesca Szeleky imboccando la strada dei ripescaggi con l’ungherese Gyongy e l’olandese Bogers, superate prima della finale con l’ostica Gallya Sagitova con cui non ha purtroppo avuto scampo.

Quinto Claudio Pepoli, fermato dal campionissimo francese Joseph Terech dopo un’ottima partenza ai danni del padrone di casa Waczulik; affrontati con determinazione i recuperi con l’ungherese Palej ed il francese Ariano Rebouka, per il romano sono state fatali le lunghe leve del serbo Slobodan Djorda che l’ha fermato in finale.

Quinto nella stessa categoria anche Davide Pozzi, come il collega fermato al secondo turno da un brillante Lex Janssen dopo un’ottima partenza sul canadese Jamieson. Pozzi s’è quindi riscattato ai recuperi con l’ungherese Tornyos e con l’ostico russo Vitalii Pleshakov, ma all’azzurro è stato fatale l’esito di un contatto con l’austriaco Aaron Fara, nell’incontro di finale.

Il quinto quinto posto della giornata è andato ad Andres Felipe Moreno, travolgente al primo turno con l’ungherese Istenes, in panne al sencodo turno col forte serbo Zarko Culum; non c’è stato invece nulla da fare per il padrone di casa Szigetvari nell’incontro di recupero, ma a tagliare la strada al catanese ci ha pensato Jur Spijkers, una vecchia conoscenza olandese che ha avuto la meglio nella finale per il bronzo.

Settima piazza infine per Lorenzo Todini e Giulia Caggiano, nulla di fatto per Alessandro Bergamo, Alberto Bertoni, Salvatore D’Arco, Gaetano Palumbo, Federico Rollo e Daniela Raia.

Il medagliere virtuale della prima giornata di gara vede al comando la Slovenia con due ori e due argenti, seguita da  Francia (200) e Ungheria (131).

Domani sul tatami ungherese Angelo Vilardo, Mario Petrosino, Angelo Pantano, Gabriele Bossettini, Mattia Miceli, Gabriele Sulli, Edoardo Bucci, Davide Nuzzo, Leonardo Casaglia, Andrea Gismondo, Chiara Cacchione, Nadia Simeoli, Alessandra Prosdocimo, Giorgia Stangherlin, Benedetta Sforza e Ilaria Silveri.

 

Clicca qui per i risultati completi

 


  1. luigi Guido says:

    Solo un piccolo pensiero per Miriam Boi, che allo scadere dell`incontro per la medaglia di bronzo, nella diifesa dall`ultimo attacco, si procurava una grave lussazione dell`anca sx. La ragazza e` tornata da poco dall`ospedale, la lussazione ridotta, e ci tenevo ad augurarle una prontissima guarigione. BUON RECUPERO MIRIAM!!!

Commenta con Facebook

commenti