Fiora è di bronzo a Berlino

  05/05/2013- E di un bronzo il bottino dell’European Cup di Berlino dopo la prima giornata di gara:  Sofia Fiora, protagonista assoluta tra gli atleti oggi sul tatami, con sette incontri conquista la terza medaglia nel circuito continentale. Quella di Berlino, si è dimostrata come previsto, una delle tappe più difficili e partecipate di tutto il tour europeo under [...]

Pubblicato da A.C il 10 set 2013 in Berlino

 

05/05/2013- E di un bronzo il bottino dell’European Cup di Berlino dopo la prima giornata di gara:  Sofia Fiora, protagonista assoluta tra gli atleti oggi sul tatami, con sette incontri conquista la terza medaglia nel circuito continentale. Quella di Berlino, si è dimostrata come previsto, una delle tappe più difficili e partecipate di tutto il tour europeo under 18: a rendere scivoloso il terreno germanico, ci hanno pensato, oltre ai soliti azeri, belgi, olandesi e tedeschi – per fare alcuni nomi delle nazionali giovanili più “efficaci” sul piano internazionale – le giovani nipponiche, a cui han fatto eco Russia, Brasile e Turchia.

 

L’Italia, pur orfana dei più noti Pantano, Manzi e Zanasi che hanno abituato bene tra i pesi leggeri, ha detto la sua con vivacità rendendosi protagonista di incontri davvero interessanti.

 

Sofia Fiora (52 kg) è partita bene con la tedesca Sarah Gruenewald, inchiodata al suolo nonostante un leggero malessere impedisse all’azzurra di esprimersi al meglio; bene anche con l’olndese Myrthe Assies e con la brasiliana Paula Silveira superate di gran classe. Non ingrana l’incontro con l’altra carioca Layana Colman e Sofia deviare verso i recuperi dopo quattro sanzioni. E’ una ritrovata Sofia a condurre da principio gli incontri di recupero con la tedesca  Nina Koenning e con l’olandese Damla Caliskan, entrambi vinti di gran giustezza. Non è da meno la finale per la medaglia di bronzo, che Sofia strappa alla tedesca Laura Akermann ingabbiata senza pietà. Ottimo il suo bronzo, un bronzo che conferma il suo valore anche a livello internazionale.

 

Quinto posto per Elisa Adrasti (44 kg), che parte bene con la polacca Bobilewicz marcando ippon ed  approfitta della distrazione della bulgara Kostadinova a cui viene comminato Hansoku-make per presa alle gambe. La stessa sorte tocca però ad Elisa nell’incontro successivo con la slovena Stangar che la costringe dunque ai recuperi dopo la squalifica. Positivi i primi due incontri del ripescaggio il secondo dei quali la vede vincente con la collega Annarita Campese. Nella finale per il bronzo, Elisa se la vede con Amber Gersjes ma viene presto bloccata e trattenuta al suolo ed ai piedi del podio.

 

Settima piazza per Annarita Campese (44 kg) che si comporta molto bene nei turni eliminatori perdendo ai quarti, e dopo un primo incontro di recupero di pregio, si ferma di fronte alla compagna di squadra Elisa.

 

Degna di nota anche la giornata di Gabriele Bossettini (60 kg) e Francesca Giorda (52 kg), che dopo ben cinque incontri si piazzano al nono posto appena fuori la “zona punti”: una prova positiva che mostra la rapida crescita avvenuta nel corso di questo tour europeo. In nona piazza anche il giovanissimo Christian Parlati (55 kg) e Jean Abel Merino (63 kg) che si destreggiati al meglio.

 

Buona partenza con successiva battuta d’arresto per Chiara Colbacchini (40 kg), Huber Marion , Martina Scisciola (48 kg), Andrea Carlino (50 kg),

 

Giornata no per Greta ContiGiada MedvesMartina ScisciolaNicola MortalAndrea IngrassiaFederico PorcedduScandurra AlessioScandurra GiacomoAlessio BrunoMarco Di CapuaEmiliano Natella.

 

Nella seconda giornata di gara le categorie più pesanti con Anita CantiniAlessandraProsdocimo, Chiara CarminucciBerzi KarinGiorgia StangherlinFederica Carta,Eleonora GeriAngelo MirabelloCarmine PlacinoAlfredo Raia, Federico Rollo, Lorenzo RiganoDavide PozziAndres MorenoMarco Truffo.

 


Commenta con Facebook

commenti