Facente di bronzo a Tashkent

Facente di bronzo a Tashkent

Tashkent, Uzbekistan. Nel cuore delle steppe asiatiche, Walter Facente centra un prestigioso bronzo che lo lanciano nelle zone alte della ranking mondiale. Vincente per ippon sul kazako Aitbek, si ripete sull’ucraink Nabhali vendicando la cocente sconfitta con quest’ultimo nella finale per il bronzo la settimana prima ad Astana. In semifinale, si arrende nuovamente al francese [...]

Pubblicato da Mattia MG il 28 ott 2014 in Como

Tashkent, Uzbekistan. Nel cuore delle steppe asiatiche, Walter Facente centra un prestigioso bronzo che lo lanciano nelle zone alte della ranking mondiale. Vincente per ippon sul kazako Aitbek, si ripete sull’ucraink Nabhali vendicando la cocente sconfitta con quest’ultimo nella finale per il bronzo la settimana prima ad Astana.

In semifinale, si arrende nuovamente al francese Iddir per ippon dopo un minuto e mezzo, ma fa suo il bronzo sconfiggendo Juraev per ippon dopo due minuti e mezzo.
Niente da fare per gli altri ragazzi: Verde perde con Sobirov (poi oro), Maddaloni si arrende dopo 1’30″ a Ozdoev, Parlati battaglia con Khashbaatar perdendo di waza ari, Carollo M. dopo esser stato in vantaggio di tre yuko sciuoa tutto con l’egiziano Fadlalla.
Le donne, invece, non portano medaglie questa volta, ma spizzicano punti importanti. Moscatt quinta nei -48kg dopo aver battuto Kubeeva e Rosseneu. Nei -57kg Quintavalle mette in riga Nazarova, Hevondian prima di perdere con Rogic (castigata in finale di bronzo la settimana prima ad Astana), poi batte l’eterna Filzmoser e issa bandiera bianca in finale per il 3/5* con Podolak.
Gwend sconfigge Surakatova al golden score, cade con la spagnola Puche di yuko e si ferma al settimo posto nei -63kg stoppata dalla carioca Silva. Breve il cammino nei -70kg di Pitzanti sconfitta di ippon dopo 1′ dalla russa Prokopenko.
Quinto posto anche per Galeone nei -78kg, che asfalta la kazaka Raifova, vende cara la pelle 010/001 con l’iberica Tort Merino, cede a Pogorzelec per waza ari e yuko in semifinale e viene investita dalla britannica Powell per il bronzo.
Ancora una volta, ottime le nostre donne e felice affermazione di Facente.

Ad maiora!


Commenta con Facebook

commenti