Europei Cadetti: aggiornamento online degli incontri – Prima Giornata

21/06/2013- Di seguito il report online degli incontri della prima giornata di gara in ordine cronologico.   Alessio Bruno, disputa in grande equilibrio il primo incontro: il tempo regolamentare termina con due shido ad entrambi gli atleti e termina con la terza sanzione per il finlandese Ronkko al Golden Score. Dopo l’infortunio di Teplice, Elios [...]

Pubblicato da A.C il 12 set 2013 in Tallin

21/06/2013- Di seguito il report online degli incontri della prima giornata di gara in ordine cronologico.

 
Alessio Bruno, disputa in grande equilibrio il primo incontro: il tempo regolamentare termina con due shido ad entrambi gli atleti e termina con la terza sanzione per il finlandese Ronkko al Golden Score.

Dopo l’infortunio di Teplice, Elios torna per la prima volta sul tatami senza strafare ma con un ritmo travolgente che non lascia spazio al lettone Soha Ruslans. L’accesso al secondo turno arriva a suon di sanzioni.

 

Marion Huber parte bene con la cipriota Hadjiadamou, che mette dapprima in difficoltà sulle prese e quindi ingabbia al suolo senza possibilità di scampo.

 

Finisce al primo turno l’avventura europea di Elisa Adrasti, dopo un incontro egregiamente gestito con la portoghese Costa. Pessima la conduzione dell’incontro gestito non solo con incompetenza, ma soprattutto con grande distrazione da un’arbitra più interessata a chi stava fuori dal tatami che dalle atlete. Determinante una sanzione piovuta sul tatami un po per caso.

 

Maunel Lombardo è fatale l’unico attimo di esitazione dell’incontro, dopo oltre tre minuti di grande attività che lo ha portato in vantaggio, a quindici secondi dal termine il torinese di distrae e viene bloccato al suolo dal rapace georgiano.

 

Fulmineo il folletto di Furci, Angelo Pantano, che ammaestra il bulgaro Ivanov producendosi in una magistrale prosecuzione in ne-waza valsa ippon in shime-waza.

 

Buon esordio per Gabriele Bossettini, alle prese con il belga Vandenbosshe: l’incontro procede non senza difficoltà per l’azzurro che si trova in svantaggio di yuko e waza-ari quando comincia la rimonta e sul filo della perseveranza arriva il possente ippon a pochi secondi dalla fine.

 

Estenuante il secondo incontro di Elios  con il georgiano Natatralashvili: un ritmo altissimo per i due atleti giunti con due sanzioni a testa al termine del tempo regolamentare. Sanzioni piovute di nuovo a caso sul tatami, dove buona parte degli arbitri probabilmente deve ancora abituarsi alle nuove regole…peccato che un europeo non possa essere considerato una palestra…..È un colpo d’anca allo stremo che inchioda il georgian al suolo: ippon per Elios!

 

Emanuele Bruno supera bene anche il secondo incontro, dominando alla grande fin dall’inizio con l’austriaco Hauch. È nell’ultimo minuto dell’incontro che arriva la soluzione migliore al suolo, con un micidiale strangolamento.

 

Prosegue in linea positiva anche Marion Huber, che conduce abilmente l’avversaria ucraina marcando waza-ari in harai-goshi e quindi proseguendo al suolo in osae-komi.

 

È una grande zampata a mettere il sigillo sul terzo turno di Angelo Pantano, col russo Kelekhsaev. Con tre sanzioni a sfavore ed uno yuko di vantaggio, Angelo sente il tempo e  schianta l’avversario.

 

Si ferma purtroppo al secondo turno l’europeo di Gabriele Bossettini, spazzato a 15 secondi dal termine del tempo regolamentare quando conduceva per shido: la sua grande determinazione non basta per recuperare lo yuko a suo sfavore.

 

Un crescendo inarrestabile il terzo turno di Elios Manzi con l’inglese Miles, che non riesce a raccapezzarsi incalzato da attacchi e cambi direzione ed è una pioggia i sanzioni che in poco più di due minuti lo mettono fuori gara.

 

Alessio Bruno si ferma al terzo turno incalzato dallo spagnolo, Dopo oltre tre minuti d’equilibrio, giocate sulle sanzioni, un istante di poca lucidità punisce Alessio che viene lanciato da Gaitero con impotente una-nage.

 

Passo falso per Marion Huber ai quarti di finale, ingabbiata al suolo dalla slovena Andreja Leski.

 

Si ferma al settimo posto Marion Huber, dopo un incontro di recupero non brillante in cui è stata la russa Shilova a dettare i tempi: l’incontro termina in ne-waza con un osae-komi irrimediabile.

 

Angelo Pantano sbaraglia il tatami e vessa l’azero Hasanov dapprima marcando waza-ari in sode-tsuri, quindi martellando sul ritmo cosi da guadagnare 4 sanzioni. Il prossimo incontro sarà la finale!

 

Elios Manzi detta legge anche in semifinale con l’azero Taghizade a cui non lascia spazio riducendolo in breve ai minimi termini: messo al sicuro l’incontro con uno yuko trovato in contraccolpo, Elios incalza sempre di più annichilendo l’avversario. Finale anche per lui!

 

Angelo Pantano incalza l’olandese Van Harten e con tre sanzioni ed un waza-ari in gaeshi si laurea Campione d’Europa!

 

Elios Manzi vessa ripetutamente il noto e ostico azero Ilkin Babazada, punito con una rapace spazzata e coperto di sanzioni. Anche Elios è Campione d’Europa!


Commenta con Facebook

commenti