Euro 2018: l’Italia c’è ancora, bronzo di Antonio Esposito!

Euro 2018: l’Italia c’è ancora, bronzo di Antonio Esposito!

Dopo lo splendido argento di Matteo Medves di ieri, la nazionale azzurra porta a casa da Tel Aviv un’altra medaglia, grazie al terzo posto di Antonio Esposito negli 81 kg. L’atleta campano dimostra un giusto mix di esperienza e vivacità, conquistando la propria pool con tre vittorie, sull’azero Khachatryan, con l’ostico turco Albayrak, superato al GS, e sul portoghese Egutidze. fermato in semifinale dall’esplosivo belga Sami Chouchi, Antonio disputa la finale perfetta col turco Gulduren, sconfitto con due wazari in sequenza in breve tempo. Per lui si tratta del primo titolo europeo dopo essersi laureato campione del mondo juniores. Con questa medaglia l’Italia si assesta al nono posto nel medagliere, governato fin qui senza problemi dalla Russia.

Pubblicato da F.Massardo il 27 apr 2018 in Genova

L’Italia batte ancora un colpo e si prende un’altra medaglia nella rassegna europea di Tel Aviv. Merito dell’impresa del napoletano Antonio Esposito, l’unico dei sei azzurri oggi in gara ad accedere alla parte finale dei tabelloni negli 81 kg.

Nella medesima categoria poca fortuna per il giovane Christian Parlati, fermato alla prima occasione dal belga Casse.

Nei 73 kg sorteggio proibitivo per Giovanni Esposito, fratello di Antonio, che pesca al primo incontro il forte bielorusso Shoka, poi quinto, mentre sorprende un po’ l’assenza dalla zona punti di Fabio Basile, che dopo aver superato il montenegrino Gusic, si vede sconfitto da un wazari del turco Ciloglu, poi terzo, dopo addirittura cinque minuti di GS, quando Fabio sembrava aver preso le misure all’avversario.

Tra le donne, altra sconfitta bruciante quella di Edwige Gwend nei 63 kg. L’esperta azzurra viene sconfitta dalla russa Valkova per somma di ammonizioni al GS, dopo un incontro molto tattico.

Carola Paissoni nei 70 kg viene invece estromessa dall’olandese Van Dijke, e termina così la sua gara.

I PODI

63 kg

Una fenomenale Clarisse Agbegnenou ha la meglio nell’attesissima finale sulla slovena Tina Trstenjak, che cede dunque alla francese il testimone di leader europea della categoria. Terze la britannica Lucy Renshall e la tedesca Martyna Trajdos.

73 kg

La finale tra due giovani promesse della categoria vede l’armeno Karapetian superare l’azero Heydarov. A rendere il podio ancor più caucasico il turco Cilogllu. Con lui l’esperto svedese Tommy Macias.

70 kg

Gran ritorno della stella olandese Kim Polling, che sbaraglia la categoria e in finale ha la meglio sulla britannica Sally Conway. Sul podio anche la sua connazionale Gemma Howell e l’austriaca Polleres.

81 kg

Il primo oro dei padroni di casa arriva con Sagi Muki, che sconfigge il belga Sami Chouchi, che aveva estromesso il forte olandese De Wit nei preliminari. Terzi Antonio Esposito ed il russo Lappinagov.


Commenta con Facebook

commenti