Euro 2017: Odette Giuffrida ai piedi del podio con onore!

Euro 2017: Odette Giuffrida ai piedi del podio con onore!

Odette chiude al quinto posto l’Europeo di Varsavia, per la terza volta in carriera dopo Budapest 2013 e Baku 2015. Nella finale per il bronzo affronta la svizzera Evelyne Tschopp. Dopo il primo minuto dei tempi di recupero, l’atleta svizzera si aggiudica l’incontro per un waza ari, assegnato dopo la consultazione del C.A.Re System. Un peccato, perché Odette in quest’incontro è stata sicuramente la più attiva tra le due contendenti. Purtroppo, come spesso accade, non sempre è una condizione sufficiente per portare la vittoria a casa. Conosciamo bene la determinazione di Odette e sappiamo che il suo pensiero è già diretto ai campionati del mondo di Budapest di fine agosto. Questo Europeo del resto era la prima grande competizione dopo le Olimpiadi di Rio. Oggi in gara anche gli italiani Carmine Di Loreto nei 60 kg e Matteo Medves nei 66 kg usciti al secondo turno e Francesca Milani nella categoria al limite dei 48 kg, uscita al primo.

Pubblicato da il 20 apr 2017 in

Inizia bene a Varsavia la prestazione di Odette Giuffrida, come se l’infortunio dalla quale si è appena ripresa non fosse mai avvenuto. L’atleta romana, vice campionessa olimpica e attuale numero 10 al mondo, al primo turno eliminato fa fuori l’atleta turca Irem Korkmaz al golden score; al turno successivo nei quarti di finale, Odette supera di ippon la kosovara Distria Krasniqu, numero 4 al mondo. La semifinale vede Odette contrapposta all’atleta russa Alesya Kuznetsova, numero 2 al mondo della categoria al limite dei 48 kg e da poco passata alla categoria superiore. Odette subisce un colpo involontario al volto che la deconcentra. Al successivo ajimè subisce un waza ari e poi ne prende un altro. La russa vince cosi per due punti di vantaggio, costringendo l’atleta azzurra a disputare la finale per il bronzo. Qui, Odette affronta la svizzera Evelyne Tschopp. Il tempo regolamentare finisce con due sanzioni per parte. Si va dunque al golden score. Dopo il primo minuto dei tempi di recupero, l’atleta svizzera si aggiudica l’incontro per un waza ari, seppure un po’ dubbio, assegnato dopo la consultazione del C.A.Re System. Un peccato, perché Odette in quest’incontro è stata sicuramente la più attiva tra le due contendenti. Purtroppo, come spesso accade, non sempre è una condizione sufficiente per portare la vittoria a casa. Conosciamo bene la determinazione di Odette e sappiamo che il suo pensiero è già diretto ai campionati del mondo di Budapest di fine agosto. Questo Europeo del resto era la prima grande competizione dopo le Olimpiadi di Rio.

Per la 22enne romana, si tratta del terzo quinto posto ad un Campionato d’Europa Assoluto: il primo avvenne nel 2013 a Budapest quando Odette fece fuori la numero 1 al mondo, Kelmendi (Odette aveva 17 anni all’epoca), il secondo nel 2015 a Baku.

Buona partenza anche per gli azzurri Carmine Di Loreto nei 60 kg e Matteo Medves nei 66 kg, che superano entrambi il primo turno eliminatorio. L’Europeo finisce al secondo turno per entrambi: l’inglese Mc Kenzie elimina Carmine Di Loreto e la leggenda del judo mondiale Zantaraia elimina Matteo Medves dopo un incontro disputato con grande stile da parte dell’atleta udinese. Francesca Milani nella categoria al limite dei 48 kg non supera il primo turno contro la russa Irina Dolgova.

ACCEDI ALLE POUL COMPLETE

ACCEDI AL RESOCONTO DELLA PRIMA GIORNATA

 


Commenta con Facebook

commenti