Esordienti: incoronati i campioni 2014

Esordienti: incoronati i campioni 2014

Assegnati oggi al Palapellicone i nove tricolori maschili della classe esordienti B. Bello il judo espresso sul tatami dove si sono visti brillare alcuni talenti che faranno di certo parlare di sé già dal prossimo anno col passaggio nella classe maggiore. Contenute le polemiche e le rivalse in un parterre frizzante e positivamente orientato al [...]

Pubblicato da AC il 6 dic 2014 in Lido di Ostia

Assegnati oggi al Palapellicone i nove tricolori maschili della classe esordienti B. Bello il judo espresso sul tatami dove si sono visti brillare alcuni talenti che faranno di certo parlare di sé già dal prossimo anno col passaggio nella classe maggiore. Contenute le polemiche e le rivalse in un parterre frizzante e positivamente orientato al far bene, nonostante la falsa partenza legata all’assenza mattutina del care system…in vero le terne impegnate sul tatami come qualche anno orsono, hanno permesso di apprezzare un aspetto innegabilmente positivo del “vecchio sistema”: sei occhi da tre punti di vista danno una prospettiva sull’incontro molto più completa di quella di una telecamera e due giudici posti da un lato ed un arbitro officiante dall’altro.

Nei superleggeri dei 40 kg, il nuovo campione d’Italia è il romano Simone Corrao che in finale si è imposto sull’anglo-mantovano Thomas Venables. Terza piazza tutta torinese con Matteo Nicoletti e Davide Serrami.

Un quartetto atteso sul podio dei 45 kg: ad avere la meglio è stato Leonardo Valeriani, che migliorando la seconda piazza del 2013 nei 40 kg, in finale si è imposto sull’energico romano Andrej Ferro. Sul terzo gradino del podio Alessandro Bosis e Marco Viani.

Dopo il titolo dello scorso anno nei 40 kg, Luca Rubeca si è confermato campione d’Italia anche con 10 kg di peso in più: nella finale dei 50 kg, il torinese si è imposto sul romano Aaron Mancori. Medaglie di bronzo a Michele Ronzoni e Edoardo Mella.

Al trevigiano Alberto Sardi il tricolore dei 55 kg: in finale il giovane veneto ha superati Flavio Frasca. Sul terzo gradino del podio il siciliano Cristiano Grimaudo ed il piemontese Andrea Spicuglia che si è confermato sul podio per il secondo anno consecutivo.

Migliorando la terza piazza del 2013, Nicolò Gambino ha conquistato i 60 kg, in cui ha lasciato l’argento al messinese Giuseppe Burrascano. Terzo posto per Pasquale Sciavovelli e Davide Ventitucci.

Un superlativo Alessandro Magnani ha sbaragliato i 66 kg: dopo il bronzo 2013 nei 60 kg, il parmigiano in finale si è imposto sul campano Andrea  Carbone; terzi Francesco Agostino ed Edoardo Sansone.

Qualificato per Ranking in tre categorie diverse, a conquistare i 73 kg è stato il “fratello d’arte” Mattia Prosdocimo. Bronzo nei 60 kg lo scorso anno accanto a Magnani, il trevigiano in finale ha avuto la meglio su Michele Valeri. Terza piazza per il campano Emanuele Coppola e per il ligure Matteo Formica.

Al novarese Giuseppe Verbicaro il tricolore degli 81 kg dopo una finale tutta piemontese che ha lasciato sul secondo gradino del podio a Christian Storto. Le medaglie di bronzo sono andate al romano Samuel D’Aloia e al crotonate Giovanni Locanto che si è confermato sul podio per il secondo anno consecutivo.

Senza rivali il bergamasco Enrico Bergamelli che ha sbaragliato i pesi massimi: nulla da fare in finale per Stefano Melis che ha conquistato la seconda piazza. Sul terzo gradino del podio Davide Bernard e Michal Borucki.

La classifica per società della prima giornata è andata anche quest’anno al CRS Akiyama Settimo Torinese, con cinque medaglie (1 1 3); secondo posto nel medagliere per new entry Fitness Nuova Florida (0 2 2) seguita dal Judo Kumiai (1 1 0) che si conferma sul podio.

Domani a partire dalle 9.30 in gara le categorie femminili: ad aprire le danze, le ragazze dei 44,48,52 e 57 kg, seguite in tarda mattinata dalle colleghe dei 40,63, 70 e +70 kg.

 

Clicca qui per i risultati completi


Commenta con Facebook

commenti