Eleonora Geri è bronzo agli europei cadetti!

  24/06/2013- Con Eleonora Geri arriva la quarta medaglia per la squadra azzurra impegnata negliEuropei under 18 a Tallinn. Nella giornata conclusiva in terra estone è infatti la giovane Toscana la migliore italiana sul tatami conquistando un meritatissimo bronzo. Forte dei due titoli under 18 e under 21, Eleonora questa mattina è partita alla grande lanciando la lituana Gedvilaite con un [...]

Pubblicato da A.C il 12 set 2013 in Tallin

 

24/06/2013- Con Eleonora Geri arriva la quarta medaglia per la squadra azzurra impegnata negliEuropei under 18 a Tallinn. Nella giornata conclusiva in terra estone è infatti la giovane Toscana la migliore italiana sul tatami conquistando un meritatissimo bronzo.
Forte dei due titoli under 18 e under 21, Eleonora questa mattina è partita alla grande lanciando la lituana Gedvilaite con un potentissimo o-goshi. Al secondo incontro, recuperata una prima fase di svantaggio con grande determinazione, l’azzurra si è imposta sulla fastidiosa spagnola Rodriguez, guadagnando la semifinale con la francese Duchene. Battuta d’arresto con la cugina d’oltralpe, che non le lascia spazio e la costringe alla finale per il bronzo tagliandole la strada con tre sanzioni. È ancora una volta la determinazione a vincere con Eleonora nell’incontro per la medaglia: non c’è possibilità per l’atleta olandese Lucassen vessata dall’azzurra fin dai primi istanti e con una pioggia di sanzioni arriva la medaglia di bronzo! Ottima la sua giornata, in cui resta tuttavia la convinzione che sul gradino più alto del podio ci fosse posto anche per lei…

 

Settima piazza per Federico Rollo (81 kg) e Giorgia Stangherlin (70 kg), che dopo un’ottima partenza non trovano la strada della medaglia: Federico, fermato ai quarti finale da una contestabile decisione arbitrale (l’azione di shime-waza evidentemente sulla bocca, non viene interrotta nonostante le segnalazioni dell’azzurro che passato alle urla, secondo l’arbitro ha mostrato segni di resa determinando l’ippon), viene eliminato ai recuperi dall’estone Kuusik, poi bronzo; stessa sorte per Giorgia che non riesce ad ingranare con la russa Ekatarina Torcaeva e quindi viene definitivamente bloccata al recupero dalla campionessa europea uscente Brigita Matic, oggi bronzo.
Dopo una buona partenza, Federica Carta, Davide Pozzi e Andres Moreno, vengono fermati al secondo turno dopo aver venduto cara la pelle con avversari davvero quotati.
Esce al primo incontro Lorenzo Rigano in seguito ad un’azione valutata in modo dubbio: partito in un uchi-mata quasi perfetto, l’azione termina al suolo per entrambi gli atleti e viene valutato un apparente gaeshi in yoko-guruma per il padrone di casa estone. Tanto amaro per un incontro mal gestito fin dal principio e terminato con grandi perplessità.
Le perplessità sulla gestione arbitrale di questo europeo sono in verità molte: l’ultima giornata, con l’incontro dubbio di Rigano ed il furto ai danni di Rollo, è stato il culmine di una serie di errori gravissimi che in alcuni casi hanno pregiudicato l’andamento della gara. Più di una nazionale s’è fatta giustamente risentire ai “piani alti” dell’Unione Europea, che di fronte a “certe” potenze proprio sordi non sono…
Nonostante tutto, dopo tre gironi di gara l’Italia si piazza al quarto posto nel medagliere dietro a Russia, Francia e Azerbaijan, dimostrando l’ottimo livello del team under 18, che ormai da anni si colloca tra le migliori nazionali europee.

Soddisfatto il maestro Nicola Moraci, presidente della Commissione Nazionale Attività Giovanile: “Sebbene alcuni giudizi arbitrali opinabili abbiano impedito ad alcuni dei nostri ragazzi di esprimersi al meglio, come nazione abbiamo confermato e superato il risultato degli ultimi anni, raccogliendo per la prima volta due ori nelle categorie maschili: il merito va senz’altro a chi lavora quotidianamente nei club, ma va anche riconosciuta l’efficacia del metodo con cui questi ragazzi stanno lavorando da anni come nazionale giovanile; è fondamentale far tesoro dei risultati di questi giorni per raffinare ulteriormente il metodo così da poter ottenere una crescita vera dei nostri giovani atleti in tutto il loro percorso con la nazionale giovanile. Al termine di questa tappa importante, a nome i tutta la Commissione, vorrei ringraziare chi ha permesso ai ragazzi di svolgere il ritiro a Lipari per prepararsi all’europeo: il maestro Bisazza con Adalgisa Ferlazzo e Cuti Mare Hotel, l’amministrazione comunale di Lipari, i nostri supporter Mimmo Morrone e Gianluca Accogli che ci hanno aiutati durante il ritiro. Infine un grazie particolare a Girolamo Giovinazzo per la sua partecipazione e la sua collaborazione carismatica.”
Un’ultima considerazione riguarda la provenienza delle quattro medaglie di questo europeo: vengono dalla Sicilia e dalla Toscana, due regioni che stanno investendo tempo e denaro sui settori giovanili, cercando le soluzioni migliori per favorire una crescita ottimale dei loro giovani talenti. È il maestro Corrado Bongiorno, neo-presidente del settore judo della regione Sicilia infatti ad osservare: “Sei finalisti su diciotto italiani in gara a Tasllin provengono dalla Sicilia e due di loro hanno conquistato la medaglia d’oro: è un onore ed una responsabilità, ma soprattutto è la dimostrazione che le scelte da noi compiute in ambito giovanile sono vincenti. A prescindere dalle medaglie quella di Tallinn è nel complesso una squadra davvero buona: è importante che questi ragazzi crescano come gruppo, ma perché questo sia possibile bisogna che qualcuno gli si dedichi; gli sforzi fatti dai colleghi della commissione giovanile sono encomiabili, ma non possono arrivare ovunque con un ritiro di soli dieci giorni all’anno.”

La tappa estone è il primo dei tre “super-appuntamenti” dell’estate under 18: nei prossimi giorni sarà resa nota la rosa dei dodici atleti che prenderanno parte al Festival Olimpico della Gioventù Europea organizzato ad Utrecht dal 16 al 19 luglio…e l’avventura continua!

 

Clicca qui sotto per gli highlights:

 

Prima giornata                        Seconda giornata                       Terza giornata

 

 

Clicca qui per le classifiche finali


Commenta con Facebook

commenti