EJO Varsavia 2019: E’ Bronzo! Andrea Regis torna sul podio

EJO Varsavia 2019: E’ Bronzo! Andrea Regis torna sul podio

Finalmente, dopo tanto tempo, infortuni, sfortuna, Andrea REGIS riesce a tornare sul podio e lo fa nell’EJO di Varsavia. Ed è anche l’unica medaglia che l’Italia porta a casa in questa gara.

Pubblicato da AleC il 4 mar 2019 in Iglesias

Finalmente, dopo tanto tempo, infortuni, sfortuna, Andrea REGIS riesce a tornare sul podio e lo fa nell’EJO di Varsavia. Ed è anche l’unica medaglia che l’Italia porta a casa in questa gara.

Ma lasciamo il racconto della gara ad Andrea:

” È stata una Gara lunga e impegnativa: ho disputato 6 incontri tiratissimi, ma sapevo di essere in forma ed anche se i “tiri” non partivano, la testa ragionava bene.
Tutto è filato liscio fino all’episodio della semifinale (dove vi arriva sconfiggendo in successione l’israeliano Naor Mamistvalove, l’ungherese Robert Rajkai, l’azero Naim Huseynov e il lettone Dmitrijs Fedosejenkovs n.d.s): proietto di utzuri goshi il mio avversario (il croato Dominik Druzeta), l’arbitro alza il braccio, ippon. Questo vuol dire finale, medaglia (basta quinti posti) ed un posto sul podio che a questi livelli mi mancava da tanto tempo. Mentre ancora fantastico, il mio avversario non si ferma e mi immobilizza: la giuria in 15/20 secondi interminabili cambia il verdetto e da ippon, mi assegnano waza-ari ed osaekomi per l’avversario. Riesco ad uscire con un colpo di reni, ma perdo la concentrazione quel tanto che basta per perdere l’incontro.
Da lì a mezz’ora ho disputato poi la finalina per il bronzo, e grazie all’aiuto di Luca Laurenzano (atleta anche lui, venuto a sostenermi a Varsavia) e di Kim (che da casa non si è persa un secondo di gara e mi ha aiutato con la video analisi di ogni avversario), sono riuscito a ritrovare la concentrazione giusta ed a prendere un bronzo meritato.
Ora testa bassa come al solito, vedrò da domani se mi si apriranno spiragli per disputare gare più importanti e mi allenerò per dare il massimo anche in quelle “

Nella cat. -60 kg Biagio D’ANGELO vince i primi due incontri rispettivamente con l’israeliano Eliran Tomer Gabay e il francese Vincent Limare, ma nei quarti di finale è sconfitto dal francese Richard Vergnes. Entra nel tabellone di recupero dove è sconfitto dall’ucraino Dilshot Khalmatov.

Nella cat. -66 kg in gara due atleti. Samuele FASCINATO vince i primi due incontri, entrambi per ippon, contro il lituano Evaldas Kuslevic e il polacco Patryk Kastner. Al terzo turno è sconfitto dal francese Alexandre Mariac.
Carmine DI LORETO è sconfitto al primo turno dal polacco Szymon Jasinski al golden score per hansoku-make per somma di ammonizioni.

Arriviamo alla cat. -73 kg che vedeva impegnato Rene VILLANELLO. Rene inizia il suo percorso con due vittorie rispettivamente con l’ucraino Danylo Martirosain e il polacco Mateusz Garbacz. Al terzo turno è sconfitto dal britannico Eric Ham.

Concludiamo con la cat. -100 kg che vedeva impegnati Davide POZZI e Federico CAVANNA.
Davide vince il primo incontro con l’ungherese Zsombor VEG ma è poi sconfitto dal secondo dal polacco Iwo Baraniewski. Federico è invece sconfitto al primo incontro dal polacco Igor Dzierzanowski.

 

Banner WordPress1