Falcone è il nuovo presidente

Falcone è il nuovo presidente

La trentanovesima assemblea nazionale straordinaria ha eletto Domenico Falcone, presidente della FIJLKAM. Ieri ad Ostia Judo, Lotta e Karate si sono infatti uniti ed allineati come nei migliori auspici per garantire continuità al lavoro di cambiamento e di crescita iniziato da Matteo Pellicone dopo l’ultima elezione di dicembre 2012. Presenti 538 i delegati in rappresentanza [...]

Pubblicato da AC il 2 feb 2014 in Ostia

La trentanovesima assemblea nazionale straordinaria ha eletto Domenico Falcone, presidente della FIJLKAM.

Ieri ad Ostia Judo, Lotta e Karate si sono infatti uniti ed allineati come nei migliori auspici per garantire continuità al lavoro di cambiamento e di crescita iniziato da Matteo Pellicone dopo l’ultima elezione di dicembre 2012.

Presenti 538 i delegati in rappresentanza di 982 società su 1315 aventi diritto di voto nei tre settori: 42488 i voti a favore di Falcone, pari al 97% dei votanti, maggioranza assoluta a favore col 58,37% delle preferenze esprimibili.

Confermato il Consiglio Federale uscente, per il quale si è registrata una leggera deflessione numerica nelle preferenze espresse. Per il judo confermati Franco Capelletti (1450 voti), Stefano Stefanel (777), Giovanni Strazzeri (240), Luigi Nasti (724); nel settore lotta Gianni Morsiani, Luciano Alberti, Marco Arfè, Franco Sorbello; nel Karate Sergio Donati, Roberto D’Alessandro, Salvatore Nastro, Pietro Zaupa.

I lavori assembleari si sono svolti alla presenza del Segretario Generale del CONI, Roberto Fabbricini che ha espresso parole di gratitudine alla FIJLKAM e a Falcone: “Si apre una pagina nuova per la FIJLKAM: assegnate la sua guida ad una persona cresciuta con Matteo Pellicone che senz’altro ne avrà respirato e fatto proprio il meglio, per garantire una continuità al lavoro intrapreso. Conosco Mimmo da tempo, abbiamo camminato insieme ed ora la sua strada si trova di fronte ad ad una scelta importante: so per certo che l’unico interesse che lo ha spinto ad accettare questa sfida è dare continuità al lavoro del presidente Pellicone, nonostante questo possa comportare un cambiamento non da poco in termini di sicurezza professionale.”

Vivo il ricordo di Pellicone nelle parole del vicepresidente vicario Franco Capelletti: “Matteo era un grande presidente ed un grande uomo: 33 anni della sua presidenza si commentano da sé: è un uomo che per la Federazione ha dato tutto! Quando con un filo di voce mi ha comunicato la sua decisione di dimettersi sono rimasto turbato: lui era consapevole della necessità per la federazione di avere un presidente attivo edha – non so come e con quale forza – organizzato questo momenti di passaggio in ogni dettaglio. Negli ultimi colloqui si concentrava sulla centralità che i club devono sempre più prendere nella vita federale, aveva già in mente una federazione nuova e più unita. Un altro punto forte su cui voleva puntare sono gli insegnanti: chi può far conoscere il nostro migliore prodotto? I nostri «agenti di vendita» sono gli insegnanti, soprattutto chi lavora coi bambini…un bambino soddisfatto è il miglio veicolo per diffondere i nostri sport!  La preparazione di base degli insegnanti è uno degli elementi chiave chiave su cui puntare a partire da domani. In Italia abbiamo tanti elementi validi: dobbiamo imparare ad essere meno autolesionisti, a superare i dissapori interni e ad apprezzare ciò che siamo perché valiamo molto.”

Al termine delle operazioni di voto, come primo atto da presidente federale, Domenico Falcone ha chiesto all’assemblea di dedicare a Matteo Pellicone il centro olimpico e il PalaFIJLKAM, che da ieri diventa “PalaPellicone”.

 

 

Clicca qui per l’intervento di Domenico Falcone

Clicca qui per gli interventi dei delegati

 

 

Falcone

 

Foto: Emanuele Di Feliciantonio – FIJLKAM

 

 


  1. zanesco claudio says:

    Non condivido nulla di questo elezione, nel sistema, praticamente guidato, incanalato e deciso a tavolino con una votazione che serve a ratificare decisioni prese altrove, ma se sono tutti d’accordo vuol dire che va bene cosi, AUGURO COMUNQUE UN BUON LAVORO AL NUOVO PRESIDENTE E MI AUGURO DI ESSERE SMENTITO E DI DOVERMI PENTIRE DI QUELLO CHE PENSO OGGI

  2. Marco Bottinelli says:

    Abemus Papa,(in puro latino maccheronico), per una volta registriamo che il Vaticano é più coraggioso nelle sue scelte della ns. federazione, e questo senza nulla togliere alla capacità del dott. Falcone che mi auguro sarà un ottimo e capace Presidente, speriamo magari con una temporalità al potere un pochino inferiore del suo Predecessore. Che dire tutto era scritto e tutto si é compiuto, ma spero che da ora fino a fine mandato in nessun bar di nessun palazzetto italiano nessun Maestro, Istruttore, Arbitro o altro si lamenti che a Ostia non cambia nulla e che le cose non funzionano. Senza un minimo di coraggio e di rischio nessun nuovo potrà mai avanzare, e nessun mutamento potrà avvenire. Speriamo solo che da oggi in poi anche da Noi si possa avere un po’ di sana alternanza dei vertici dirigenziali, tra chi e con chi sarà tutto da comprendere.
    Per il resto congratulazioni ed auguri al ns. nuovo Presidente che di lavoro ne ha veramente tanto sopratutto nel campo della diffusione e della visibilità mediatica degli sport che la ns federazione rappresenta.

Commenta con Facebook

commenti