Correva l’anno…2009

Correva l’anno…2009

L’appuntamento odierno della nostra rubrica, vuole celebrare una delle tante medaglie importanti e pesanti, conquistate dal nostro Elio Verde. Il judoka campano, in forza alle Fiamme Oro, ha scritto fino ad oggi una delle pagine più importanti del judo italiano nell’ultimo decennio, entrando di diritto tra i judoka più forti non solo a livello nazionale, ma europeo e mondiale.

Pubblicato da A. Cau il 19 mag 2016 in Iglesias

Amiche e amici di Italiajudo, la rubrica “Correva l’anno” ci riporta nel 2009 con protagonista Elio Verde.

Campionati Mondiali, Rotterdam. Elio gareggia nella cat. -60 kg ed inizia il suo percorso nei trentaduesimi di finale dove sconfigge un dei favoriti per la vittoria finale l’austriaco Ludwig Paischer, nei sedicesimi il greco Lavrentios Alexanidis, negli ottavi il finlandese Valtteri Jokinen, nei quarti il ceco Pavel Petrikov, ma in semifinale deve arrendersi al giapponese Hiroaki Hiraoka. Nella semifinale per il 3/5 posto sconfigge il georgiano Nestor Khergiani, conquistando la medaglia di bronzo.

Ai Campionati Europei, sempre nella cat. -60 Kg, ha conquistato due medaglie di bronzo (2010 Vienna e 2011 Istanbul).

Ai Campionati Europei U23 è argento a Zagabria nel 2008.

Nel 2009 a Pescara è oro ai Giochi del Mediterraneo.

Ha conquistato medaglie nei vari tornei internazionali, tra cui spicca la medaglia d’argento alla Jigoro Kano Cup del 2007, e nella gare dell’IJF World Tour, di World Cups e Continental Open

Nel 2012 ha partecipato alle Olimpiadi di Londra classificandosi al 5° posto dopo aver perso la finale per il 3/5 posto, al golden score, contro il brasiliano Felipe Kitadai. In quella giornata nel suo cammino verso la semifinale, dove venne sconfitto dal giapponese Hiroaki Hiraoka, incontrò e sconfisse alcuni dei più forti e accreditati judoka per la vittoria finale, o un posto sul podio: Georgii Zantaraia nei sedicesimi di finale, l’armeno Hovhannes Davtyan nei quarti.

Ai Campionati Italiani Senior vanta 4 medaglie d’oro, 2 argenti e 1 bronzo. Di queste medaglie solo le prime due (2007 e 2008), entrambe d’oro, conquistate nella cat. -60 Kg, mentre le altre tutte nella cat. -66 Kg nonostante, fino alla fine del 2012, non avesse ancora fatto ufficialmente il cambio di categoria.


Commenta con Facebook

commenti