Correva l’anno…1997

Correva l’anno…1997

Amiche e amici di Italiajudo, la rubrica “Correva l’anno” ci porta questa settimana nel 1997 con protagonista Michele Monti. Campionato del mondo di Parigi (cat. -86 Kg). Inizia il suo cammino nei sedicesimi di finale dove viene però subito sconfitto dal lituano Algimantas Merkevicius, entrando così nei tabelloni di recupero. Ed è qui che compie [...]

Pubblicato da A. Cau il 15 gen 2016 in Iglesias

Amiche e amici di Italiajudo, la rubrica “Correva l’anno” ci porta questa settimana nel 1997 con protagonista Michele Monti.

Campionato del mondo di Parigi (cat. -86 Kg). Inizia il suo cammino nei sedicesimi di finale dove viene però subito sconfitto dal lituano Algimantas Merkevicius, entrando così nei tabelloni di recupero. Ed è qui che compie un percorso netto fino alla finale per il bronzo sconfiggendo in successione il francese Vincenzo Carabetta, il mauriziano Jean-Claude Raphael, il cubano Yosvane Despaigne, il canadese Keith Morgan. Nella finale per il bronzo sconfigge l’ucraino Ruslan Mashurenko

Nel suo palmares anche quattro medaglie ai Campionati Europei a squadre: un oro (2001 Madrid) e 3 bronzi consecutivi (1997 Roma, 1998 Villach, 1999 Istanbul). E’ stato campione del mondo ai mondiali militari (2002 Pechino) difendendo i colori del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle.

Ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney 2000 e Atene 2004 e nell’edizione greca dei Giochi si e’ ben battuto superando prima per ippon il leggendario Nicolas Gill per poi arrnedrsi si fronte ad un’altra leggenda del judo, Ariel Zeevi, con tanto di dubbi sulle decisioni arbitrali di almeno un paio di azioni.

Ai campionati nazionali assoluti ha conquistato 6 ori, 1 argento e 2 bronzi.

E’ stato allenatore del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle apprezzato da tutti gli atleti della sezione judo.


Commenta con Facebook

commenti