Correva l’anno…1991 (parte 2)

Correva l’anno…1991 (parte 2)

Amiche e amici di Italiajudo, la rubrica “Correva l’anno”, torna a parlare al femminile e ci porta per la seconda volta nel 1991 con protagonista Alessandra Giungi. Come per Giorgio Vismara, ci troviamo al Campionato del mondo di Barcellona (cat. -52 Kg). Nei sedicesimi di finale sconfigge la cinese Fengxia Chang, agli ottavi l’olandese Jessica [...]

Pubblicato da A. Cau il 11 feb 2016 in Iglesias

Amiche e amici di Italiajudo, la rubrica “Correva l’anno”, torna a parlare al femminile e ci porta per la seconda volta nel 1991 con protagonista Alessandra Giungi.

Come per Giorgio Vismara, ci troviamo al Campionato del mondo di Barcellona (cat. -52 Kg). Nei sedicesimi di finale sconfigge la cinese Fengxia Chang, agli ottavi l’olandese Jessica Gal, nei quarti la canadese Lyne Poirier, in semifinale la francese Fabienne Boffin, accedendo così alla finale dove sconfigge la britannica Sharon Rendle.
Britannica che 3 anni prima, nell’Olimpiade di Seul 1988 (nella prima apparizione del judo femminile alle Olimpiadi ma in versione dimostrativa), sconfisse Alessandra Giungi (che poi si classificò terza) in semifinale.

Nel suo palmares oltre all’oro mondiale di Barcellona 1991, troviamo altre 2 medaglie iridate: un argento nel 1989 a Belgrado e un bronzo nel 1987 ad Essen.

Nei Campionati Europei ha conquistato due ori (1988 Pamplona e 1995 Birmingham) due argenti (1994 Gdansk e 1996 The Hauge) e quattro bronzi (1987 Parigi, 1991 Praga, 1992 Parigi, 1993 Atene). Sempre a livello europeo è stata bronzo a squadra nel 1990 a Dubrovnik.

Ha partecipato alle Olimpiadi di Seul nel 1988 (come abbiamo ricordato prima erano dimostrative e conquistò il bronzo), Barcellona del 1992 dove si classificò quinta e di Atlanta del 1996.

Ai campionati nazionali assoluti ha conquistato 7 ori e 2 argenti.
Ha fatto parte dello staff tecnico della nazionale senior e la ricordiamo a bordo tatami nell’Olimpiade di Londra 2012 quando Rosalba Forciniti vinse la medaglia di bronzo.

Giungi Palmares

 

fonte: www.judoinside.com


Commenta con Facebook

commenti