Con Facente, Parlati e Carollo altre tre medaglie ai Giochi del Mediterraneo

22/06/2013- Non delude il team azzurro nella seconda giornata dei Giochi del Mediterraneo che si svolgono in queste ore a Mersin in Turchia.   Anche se, considerato il valore deli atleti oggi sul tatami, il bottino avrebbe potuto essere ben più lauto, sono state cinque le finali disputate dai cinque atleti in gara per un [...]

Pubblicato da Lorella il 12 set 2013 in Milano

22/06/2013- Non delude il team azzurro nella seconda giornata dei Giochi del Mediterraneo che si svolgono in queste ore a Mersin in Turchia.

 

Anche se, considerato il valore deli atleti oggi sul tatami, il bottino avrebbe potuto essere ben più lauto, sono state cinque le finali disputate dai cinque atleti in gara per un tre medaglie raccolte a fine giornata: l’argento di Walter Facente ed i bronzi di Enrico Parlati e Massimiliano Carollo.

Nei 90 kg Walter ha infatti messo in riga lo sloveno Mulec e l’algerino Benamadi, prima di  scontrarsi con l’ostico Aleksandar Kukolj che purtroppo non è riuscito a tenere a bada, cedendo nell’incontro di finale. Nei 73 kg, Dopo una buona partenza con l’algerino Ouhab, Enrico perlati si è incontrato e scontrato con lo sloveno Prodan, che gli ha brutalmente tagliato la strada; negli incontri di recupero, Enrico è tornato a dettar legge eliminando l’algerino Abdulnasr e quindi nella finale per il bronzo il greco Moustopoulos.  Massimiliano Carollo (81kg), ha sbaragliato il libico Ellafi e scardinato vicecampione Europeo Marijanovic prima di essere bloccato dal montenegrino Marvaljevic nell’incontro di semifinale; doppio waza-ari nella finale per il bronzo ai danni del turco Ahmet Sari.

Quinta piazza per Edwige Gwend e Jennifer Pitzanti, che in questa giornata non trovano la loro massima espressione.

 

“Sono tre medaglie decisamente meritate, conquistate con una buiona conduzione della gara” ha commentatao il DT Toniolo “Peccato per  la finale di Walter che a fronte di una gara perfetta, ha avutro un solo istante di distrazione di cui il suo avversario a prontamente approfittato…nenanche la conduzione dell’iuncontro gli è stata in verità molto favorevole. Si poteve puntare a qualche medaglia più preziosa ma il bilancio della giornata nel complesso è positivo.”

Domani in gara Vincenzo D’Arco (100 kg), Assunta Galeone (78 kg) e Tania Ferrera (+78 kg).


Commenta con Facebook

commenti