Chelyabinsk: pronti, partenza…

Chelyabinsk: pronti, partenza…

La delegazione azzurra, giunta in forze a Chelyabinsk dopo un viaggio tutt’altro che breve, è ora pronta ad affrontare la regina di tutte le gare. Effettuate nella serata di ieri le operazioni di sorteggio, ora sarà soltanto il tatami il giudice inappellabile del mondiale e i riflettori si accendono sui judoka, pronti a dare il [...]

Pubblicato da AC il 25 ago 2014 in Monza

La delegazione azzurra, giunta in forze a Chelyabinsk dopo un viaggio tutt’altro che breve, è ora pronta ad affrontare la regina di tutte le gare. Effettuate nella serata di ieri le operazioni di sorteggio, ora sarà soltanto il tatami il giudice inappellabile del mondiale e i riflettori si accendono sui judoka, pronti a dare il meglio dopo una lunga preparazione.

Sarà la torinese Valentina Moscatt a calcare per prima il tatami iridato nella mattinata di domani, lunedì 25 agosto. L’azzurra, ottava testa di serie dei 48 kg, esordirà con la malgascia Asaramanitra  Ratiarison, due volte bronzo ai Campionati Africani. Nello stesso quarto l’altra testa di serie (WRL n.° 4), l’ostica brasiliana in forza alla Guinea Bissau Taciana Lima e la mina vagante Irina Dolgova, la russa plurititolata tra i giovani. Nella stessa categoria la campionessa olimpica brasiliana Sarah Menzes sarà ben determinata a riprendersi il titolo mondiale che le fu sottratto dalla mongola Munkhbat Urantsetseg proprio a Rio lo scorso anno. Tra le altre pretendenti al titolo anche la campionessa europea in carica Eva Csernoviczki (HUN) e la cubana Celia Laborde.

Martedì sarà invece la volta di Elio Verde ed Odette Giuffrida. Ad Elio spetterà il primo incontro della categoria che lo vede opposto al congolese Kuku Rodrigue: ad attendere il vincitore del primo turno, il kazako Sergey Lim (WRL n.° 31), già campione asiatico nel 2012. Nello stesso quarto anche Georgii Zanataia (WRL n.° 5) ed il due volte campione mondiale Ebinuma Masashi (WRL n.° 6). LA caccia al titolo iridato dei 66 kg, coinvolge ovviamente anche il leader della WRL Charles Chibana (BRA), così come l’ambizioso David Larose (FRA) ed il russo Mikhail Pulyaev. Odette avrà invece di fronte un osso duro, la non più giovanissima Petra Nareks (SLO) (WRL n.° 19); nel suo quarto anche la rumena Andreea Chitu (WRL n.° 6), terza a Parigi 2011 e  quinta a Rio 2013 e la tedesca Mareen Kraeh (WRL n.° 3), bronzo iridato lo scorso anno. La caccia al titolo dei 52 kg, coinvolgerà ovviamente la “numero uno” Majlinda Kelmendi (KOS) e la “numero due” Erika Miranda, così come  nipponica Yuki Hashimoto (WRL n.° 4).

Mercoledì 27, sul tatami di Chelyabinsk Enrico Parlati che nei 73 kg, esordirà al mondiale di fronte al giovanissimo tagiko Saidmukhtor Rasulov. Nella stessa poule il carioca Alex William Pombo da Silva (WRL n.° 4), il belga Dirk Van Tichelt (WRL n.° 10), il francese Ugo Legrand (WRL n.° 5), il georgiano Nugzgari Ttatalashvili (WRL n.° 11). Tra i pretendenti al trono mondiale la coppia giapponese Ono-Nakaya, il leader della WRL Rok Draksic (SLO), l’israeliano Muki Sagi ed il Russo Musa Mogushkov sul quale si concentrano tutte le attenzioni di casa nella categoria orfana del campioe olimpico Mensur Isaev.

Giovedì sarà la volta del terzetto azzurro formato da Edwige Gwend, Antonio Ciano e Massimiliano Carollo. La Mc Donald’s Girl, Edwige partita tra le teste di serie dei 63 kg (dal decimo posto Edwige è salita all’ottavo per l’assenza di due atlete) attenderà l’esito del derby maghrebino tra la tunisina Meriem Bjaoui e la marocchina Rizlen Zouak. Nel suo quarto la stella nascente del judo d’oltralpe Clarisse Agbegnenou (WRL n.°1) ben determinata ad ottenere la rivincita sulla campionessa in carica Yarden Gerbi (ISR); meritano attenzione anche l’olandese Anicka Van Emden e la giovanissima nipponica Tashiro Miku , campionessa mondiale juniores, bronzo lo scorso Febbraio al Torneo di Parigi. Negli 81 kg, Antonio se la vedrà col bronzo europeo di Montpellier, Szablocs Krizsan (HUN), Massimiliano invece dovrà dire la sua col kirghiso Tariel Usenov. La caccia all’oro vedrà impegnati ancora una volta gli eterni rivali Avatandil Tchrikishvili (GEO) e Loic Pietri (FRA) nel tentativo di ribaltare la finale dello scorso hanno adnata al francese: a mettere pepe alla giornata ci penseranno anche il carioca Victor Penalber (WRL n.°3), Maresh Sven (GER), il fuoriclasse canadese Antoine Valors-Fortier e perché no Travis Stevens (USA) e Ivan Nifotntov, padrone di casa.

Venerdì saranno sul tatami Giulia Cantoni, Jennifer Pitzanti, Assunta Galeone ed il colosso di Papanice, Walter Facente. Nei 70 kg, Giulia e Jennifer saranno impegnate rispettivamente con la numero 6 della WRL Sally Conway (GBR) e con campionessina francese Fanny Estelle Posvite (WRL n.°14). La regina della WRL Kim Polling (NED) cercherà di mantenere la linea positiva iniziata col titolo europeo lo scorso aprile per migliorare la terza piazza mondiale del 2013: sul suo cammino la due volte regina mondiale Yuri Alvear (WRL n.° 4) che dal canto cercherà suo di inanellare il terzo successo consecutivo: Laura Vargas Koch (GER) due volte vicecampionessa europea e mondiale, attenterà al primato per mutare finalmente l’argento in oro. Assunta, nei 78 kg esordirà con la carioca Mayra Aguiar (WRL n.° 4), bronzo mondiale di Rio 2013. Non in gran forma ma sempre agguerrita la campionessa olimpica Kayla Harrison (USA) cercherà di domare l’irrequieta Audrey Tchumeo (FRA) ladre nella WRL, quest’anno più che intenzionata a strappare l’oro dal collo della coreana Kyong Sol. Nei 90 kg, Walter avrà invece da domare il bronzo europeo Alexandre Iddir (FRA): nella stessa poule Varlam Liparteliani (WRL n.°1) a caccia dell’oro che lo scorso hanno gli fu sottratto da Asley Gonzalez (CUB) quest’anno assente; ci penseranno tra gli altri Ilias Iliadis (GRE), l’eroe di casa Kirill Denisov a complicare la strada dove anche il nipponico Mashu Baker o l’olandese Noel Van T End, farnno di tutto per ben figurare; mine vaganti i giovanissimi Krisztian Toth (HUN) e Beka Gviniashvili (GEO), juniores ormai minacciosi tra i migliori.

L’ultimo azzurro in gara sarà Alessio Mascetti, impegnato venerdì coi supermassimi: ad attendere Alessio, il gigante georgiano Adam Okruashvili. Ad attentare alla corona di Teddy Riner, il tunisino Faciel Jaballah, il lungo russo Renat Saidov ma anche il leader della WRL che fu secondo a Rio 2013, Rafael Silva).

“Conta quello che si ha dentro” ha commentato il DT Toniolo al termine del sorteggio “Quando si è a questi livelli occorre pensare solo ad imporre il proprio judo indipendentemente dal sorteggio.”

Forte dei successi ottenuti in questi mesi di preparazione, il team azzurro è ora pronto combattere per un posto tra i grandi. In bocca al lupo a Valentina cui spetta l’arduo compito di aprire le danze mondiali dell’Italia a Chelyabinsk.

Le gare cominceranno alle 11.00 con i turni eliminatori, alle 17.00 il final block: l’appumntamento pertanto è per le 7.00 ora italiana e quindi per le 13.00 con le finali.

Clicca qui per i tabelloni

Clicca qui per lo streaming

 


Trackbacks/Pingbacks

  1. Mondiali: live streaming - italiajudo.com | do more be more|italiajudo.com | do more be more - [...] Chelyabinsk: pronti, partenza… [...]

Commenta con Facebook

commenti