Mondiali: Moscatt fermata al II turno

Mondiali: Moscatt fermata al II turno

Italia in sordina nella giornata inaugurale dei Campionati Mondiali di Chelyabinsk. A Valentina Moscatt è spettato l’arduo compito di rompere il ghiaccio in una giornata ricca di sorprese in entrambe le categorie in gara. L’azzurra ha affrontato con determinazione il primo incontro della giornata che l’ha opposta alla malgascia Asaramanitra Ratiarison: micidiale il sankaku della [...]

Pubblicato da AC il 25 ago 2014 in Monza

Italia in sordina nella giornata inaugurale dei Campionati Mondiali di Chelyabinsk.

A Valentina Moscatt è spettato l’arduo compito di rompere il ghiaccio in una giornata ricca di sorprese in entrambe le categorie in gara. L’azzurra ha affrontato con determinazione il primo incontro della giornata che l’ha opposta alla malgascia Asaramanitra Ratiarison: micidiale il sankaku della torinese che ha ingabbiato ineluttabile l’avversaria. E’ stato invece più arduo il secondo turno con la cubana Dayaris Mestre Alvares che non le ha lasciato spazio impedendole di proseguire la sua scalata mondiale.

“Spiace per Valentina” ha commentato il DT Toniolo a fine giornata “Ha commesso un errore con la cubana e l’ha pagato caro. Dopo una prima parte di incontro dove l’avversaria ha fatto dei falsi attacchi e non è stata sanzionata, al primo falso attacco di Valentina l’arbitro l’ha sanzionata. Poi Vale ha recuperato bene facendo sanzionare la caraibica, peccato che l’azione successiva ha provato un attacco del quale non c’era assolutamente bisogno senza prepararlo bene ed è stata sanzionata: la sua voglia di vincere le ha fatto commettere questo errore che ha pagato caro. Comunque Valentina sta facendo bene e gli ultimi risultati (bronzo al GS di Tyumen e argento al GP di Budapest) lo dimostrano, sono convinto che lavorando in questo modo prima o poi arriverà anche altre soddisfazioni.”

Le due medaglie d’oro di oggi sono andate al Giappone e alla Mongolia: regina dei 48 kg la giovanissima Ami Kondo, classe 1995, devastante sul tatami russo che l’ha vista falcidiare anche la campionessa mondiale in carica Munkhbat Urantsetseg (MGL) giungendo in cinque incontri all’inattesa finale col bronzo olimpico Paula Pareto (ARG). Le medaglie di bronzo delle superleggere sono andate alla “stellina” francese Amandine Bouchard, classe 1995 ed argento europeo a Montpellier 2014, e alla cubana Maria Celia Laborde; a concquistare i 60 kg è stato invece il carrarmato mongolo Ganbat Boldbaatar che ha lasciato sul secondo gradino del podio il padrone di casa Besaln Mudranov, a sua volta protagonista di una semifinale a dir poco discutibile che ha bloccato immeritatamente il campione mondiale uscente Naohisa Takato. Le medaglie di bronzo sono quindi andate a Takato al georgiano Amiran Papinashvili, confermando sul podio i quattro leader della World Ranking List.

E’ il Giappone con un oro ed un bronzo ad inaugurare la vetta del medagliere per nazioni; tra le super-favorite inizio glaciale per il Brasile che ha perso al primo turno le sue stelle Kitadai e Mensez.

Domani in gara i 66 kg ed i 52 kg: Elio Verde disputerà il primo incontro della categoria che lo vede opposto al congolese Kuku Rodrigue: ad attendere il vincitore del primo turno, il kazako Sergey Lim già campione asiatico nel 2012; Odette Giuffrida se la vedrà invece con  Petra Nareks (SLO), non più giovanissima ma sempre minacciosa.

 

Clicca qui per i risultati

 

 

Aggiornato il 25.08.2014 alle 20.30


Trackbacks/Pingbacks

  1. Mondiali: live streaming Day 2 - italiajudo.com | do more be more|italiajudo.com | do more be more - [...] Mondiali: Moscatt fermata al II turno [...]

Commenta con Facebook

commenti