Cadet EJ Cup Tula 2019: Italia terza nel medagliere finale

Cadet EJ Cup Tula 2019: Italia terza nel medagliere finale

Mentre a Tbilisi un’Italia era impegnata a conquistare punti utili per la qualificazione a Tokyo 2020, in Russia e precisamente a Tula, le nostre ragazze cadette portavano ancora una volta in alto la bandiera tricolore, conquistando al termine della due giorni di gare il terzo posto nel medagliere finale con 1 oro, 1 argento e 4 bronzi, dietro alle padrone di casa della Russia e alla Spagna.

Pubblicato da AleC il 1 apr 2019 in Iglesias

Mentre a Tbilisi un’Italia era impegnata a conquistare punti utili per la qualificazione a Tokyo 2020, in Russia e precisamente a Tula, le nostre ragazze cadette portavano ancora una volta in alto la bandiera tricolore, conquistando al termine della due giorni di gare il terzo posto nel medagliere finale con 1 oro, 1 argento e 4 bronzi, dietro alle padrone di casa della Russia e alla Spagna.

Iniziamo dalla medaglia d’oro conquistata da Assunta SCUTTO (cat. -48 kg). Tutte vittorie per ippon e tutte prima del limite. Assunta inizia il suo percorso verso la finale sconfigge nei primi due turni due atlete russe: Viktoriia Indeikina e Angelina Zhukova. In semifinale è la volta della bielorussa Hanna Burakova, mentre in finale la georgiana Diana Gagoshidze Filkina.

Medaglia d’argento invece per Asia AVANZATO (cat. -44 kg). Il suo percorso verso la finale la vede sconfiggere le russe Valeriia Spirina e Iuna Gerasimova e in semifinale la spagnola Maria Rojas Gonzalez. In finale è sconfitta dalla russa Marina Vorobeva.

La prima delle quattro medaglie di bronzo va a Chiara Antonina DISPENZA (cat. -40 kg) che nonostante la sconfitta al primo incontro con la russa Eleonora Shormanova, entra nel tabellone di recupero dove sconfigge nell’ordine la russa Saiyyna Petrova, la spagnola Noelia Heras Barrero e nella finale per il bronzo la russa Sofia Afanaseva.
Giulia GIORGI (cat. -44 kg), vince il primo incontro la con russa Karina Gorshkova, ma è poi sconfitta dalla ceca Tereza Bodnarova. Entra nel tabellone di recupero dove sconfigge la russa Ekaterina Safronova, la bielorussa Anhelina Stryhun e nella finale per il bronzo la spagnola Maria Rojas Gonzalez.
Stesso percorso di Giulia GIORGI per Antonietta PALUMBO (cat. -57 kg), che prima vittoriosa sulla russa Liubov TIMOFEICHEVA è poi sconfitta dalla slovacca Silvia Tomankova. Nel tabellone di recupero sconfigge prima la russa Viktoriia Protsenkina e poi la bielorussa Yana Matrekskaya; nella finale per il bronzo sconfigge la spagnola Marta Garcia Martin.
Ultima medaglia di bronzo per Erica SIMONETTI (cat. +70 kg) che lungo il suo commino incontra solo atlete russe. Nei primi due turni supera nell’ordine Veronika Saraeva e Daria Lapina; in semifinale è sconfitta da Aleksandra Zagirova, ma nella finale per il bronzo sconfigge Olga Mikheeva.

In gara anche  Veronica TONIOLO (cat. -52 kg) sconfitta dalla russa Karina Efimova, Agnese ZUCCO (cat. -57 kg) sconfitta dalla russa Tatiana Novoselova e Sarah CORBO (cat. -63 kg), sconfitta al primo incontro dalla tedesca Viktoria Folger.

 

Banner WordPress1