In breve

Correva l’anno…1996 (parte 2)

Pubblicato da A. Cau il 30 mar 2016 in Iglesias | Commenti disabilitati

Correva l’anno…1996 (parte 2)

Amiche e amici di Italiajudo, la rubrica “Correva l’anno”, questa settimana ci riporta nel 1996 con protagonista Donata Burgatta.

Campionati Europei di The Hague (Olanda) (cat. Open Kg). Donata Burgatta entra in gara nei quarti di finale dove sconfigge la bulgara Tsvetana Bozhilova ed in semifinale la tedesca Sandra Koeppen accedendo così alla finale dove però deve arrendersi alla padrona di casa l’olandese Monique van der Lee, aggiudicandosi così la medaglia d’argento.

In quello stesso europeo gareggio anche nella cat. +72 Kg, ma qui uscì agli ottavi di finale sconfitta dall’ucraina Svetlana Lysyanskaya.

Sempre nel 1996 Donata Burgatta ha conquistato la medaglia di bronzo alle Universiadi tenutesi a Jonquiere (Canada) nella cat. Open.

Nel suo palmares anche una medaglia di bronzo ai Campionati Europei a Squadre (1997 Roma) oltre a numerose medaglie in tornei Internazionali, World Cups, Continental Championships.

Ha partecipato alle Olimpiadi di Atlanta del 1996.

Ai campionati naizonali assoluti ha conquistato 5 ori, 2 argenti e 2 bronzi.

Collabora con Cinzia Cavazzuti e altre colleghe al progetto progetto di Judo dedicato alle donne, con allenamenti prettamente femminili.

 

Basile principe del Marocco. Argento per Di Guida. Bronzo per Marconcini.

Pubblicato da Ennebi il 13 mar 2016 in Mosca, RUS | 2 comments

Basile principe del Marocco. Argento per Di Guida. Bronzo per Marconcini.

Si conclude la Continental Open di Casablanca con 255 atleti in rappresentanza di 47 nazioni con un livello superiore rispetto alle recenti edizioni di questo torneo: del resto, si tratta di una delle ultime prove valide per la qualificazione olimpica.

L’African Open appena conclusasi vede protagonisti 3 dei 18 atleti italiani in gara: per i colori verde, bianco e rosso il bottino vale un oro, un argento e una medaglia di bronzo rispettivamente per Fabio Basile, Domenico Di Guida e Matteo Marconcini. Le tre medaglie appena citate, a cui si aggiungono le quinte piazze di Assunta Galeone e Antonio Ciano, consentono all’Italia si chiudere al terzo posto del medagliere per nazioni, alle spalle della super potenza francese (1 oro, 2 argenti, 4 bronzi) e della Spagna (1 oro, 1 argento, 1 bronzo).

Partiamo dalla medaglia d’oro di Fabio Basile ottenuta grazie a 5 incontri esemplari da parte dell’atleta piemontese. Al primo turno eliminatorio, Fabio supera di ippon di arai goshi il rumeno Sani Ibrahim Haroun. L’ha fatto nel suo stile, Fabio lo definisce un “arai a giro”, più comunemente noto come “tornado”. Il secondo turno si decide ai punti e Fabio è in vantaggio di uno yuko ottenuto su azione di o uchi gari a scapito del portoghese Joao Crisostomo. Al terzo incontro con il francese Mathias Boucher, Fabio va prima in vantaggio di waza ari grazie a un morote e poi chiude l’incontro di ippon di ko uchi gari. Con lo stesso francese Fabio aveva perso in semifinale a Glasgow lo scorso anno. Una bella rivincita! La semifinale di Casablanca vede Fabio contrapporsi al russo Islam Khametov, superato di nuovo di ko uchi gari (yuko). Ennesimo yuko, questa volta di o uchi gari, a cui si aggiungono 3 penalità a scapito del francese Alexandre Mariac, assegna la vittoria al talentuoso 21enne di Torino, che primeggia a Casablanca senza aver sofferto nessuno dei suoi 5 avversari. I 100 punti ottenuti dovrebbero lanciare Fabio nelle prime 35 posizioni al mondo (OGQ) in termini di qualificazione olimpica, proprio pochi passi più dietro del compagno di squadra Elio Verde, ora al 26esimo posto dell’OGQ. A questo punto, la mancata partecipazione ai mondiali di Astana di agosto 2015 si conferma una scelta insensata e miope.

Nella categoria al limite dei 100 kg ri-troviamo protagonista il campano Domenico Di Guida, che disputa 4 incontri. Il primo turno è facile contro l’atleta delle Seychelles, Dominic Dugasse, con il quale Mimmo s’impone di waza ari e ippon il tutto nei primi due minuti regolamentari. Stesso punteggio e stessa sorte per l’atleta del Tajikistan, Saidzhalol Saidov. Questa volta Domenico chiude l’incontro in 1 minuto e 16 secondi. La semifinale lo vede contrapporsi al russo Filip Ivanov, che Domenico supera per differenza di sanzioni (2 a 1). Nella finale per la medaglia d’oro, Domenico affronta il quotato atleta inglese Benjamin Fletcher, numero 27 al mondo se consideriamo la qualificazione olimpica (OGQ). È una sanzione – a quanto pare ancora una volta dubbia – a impedire all’atleta campano di salire sul gradino più alto del podio.

La categoria al limite degli 81 kg ci avrebbe regalato una finale per il bronzo tutta italiana, quella tra il capitano Antonio Ciano e Matteo Marconcini, se non fosse stato per l’infortunio alla costola riscontrata dal primo dei due. Cosí la medaglia di bronzo è andata a Matteo. Il capitano del team azzurro aveva disputato 4 incontri prima di infortunarsi. Dapprima s’impone sull’azero Rustam Alimli grazie ad un waza ari, poi per differenza di sanzioni (3 a 1) si arrende al giovanissimo 22enne russo Aslan Lappinagov, che concluderà in seconda piazza quest’African Open. Nel primo incontro dei recuperi, Antonio fa fuori l’altro azero in gara, Elvin Ahmadli, questa volta di ippon. Matteo disputa invece 5 incontri prima di aggiudicarsi il bronzo a tavolino. Il primo incontro se lo porta a casa per differenza di sanzioni (2 a 3) a scapito del francese Dimitri Gomes Tavares. Il secondo turno si chiude in 29 secondi a scapito dall’atleta del Qatar, Oussama Hadjam. Waza ari e ippon sullo spagnolo Adrian Nacimiento consentono a Matteo di accedere alla semifinale, dove si arrende all’ungherese Attila Ungvari, per due yuko ed un ippon. Ungvari chiuderà la gara al primo posto. Nella stessa categoria di peso gareggiava anche Massimiliano Carollo, che esce al primo turno eliminatorio per mano dell’atleta azero Elvin Ahmadli.

Nella categoria al limite dei 78 kg, Assunta Galeone disputa 3 incontri. Parte dai quarti di finale dove supera agilmente la padrona di casa Doha Mouizerh per ippon al secondo minuto. Al secondo turno è ancora una volta la spagnola Marta Tort Merino a ostacolare l’avanzata di Susy al turno successivo. Era già successo qualche settimana fa al Grand Prix di Dusseldolf e ancora una volta succede per differenza di sanzioni (2 a 1). La finalina per il bronzo vede Susy contrapporsi all’algerina Kaouthar Ouallal, che ha la meglio per differenza di shido (3 a 2). Nella medesima categoria di peso, per l’Italia gareggiava anche Rosetta Melora, che per 2 shido esce al primo turno eliminatorio per mano della russa Vera Moskalyuk.

Settime piazze per Luca Ardizio ed Elisa Marchiò.

Luca disputa 4 incontri, imponendosi dapprima sul senegallese Baboukar Mane per immpon al terzo minuto, poi con il danese Frederik Joergensen, per hansoku make per somma si shido. Luca non ce la fa a superare in ordine l’inglese Benjamim Fletcher, che s’impone di yuko, e al primo incontro dei recuperi lo spagnolo Alejandro San Martin Carrera.

Elisa, invece, disputa 2 incontri: prima con la camerunense Nadine Wetie Diodjo, che la supera di ippon in 44 secondi; e poi con la francese Anna Fatoumata M. Bairo, che s’impone prima della fine del tempo regolamentare.

Nella categoria al limite dei 73 kg, Antonio Esposito supera al primo turno il polacco Damian Szwarnowiecki al golden score. Al turno successivo Antonio si arrende allo spagnolo Dasnel Gonzalez Martinez. In questo incontro, Antonio guidava di yuko ottenuto su azione di sode tzuri komi ashi. Purtroppo un hansoku make per somma di sanzioni l’ha messo fuori dal tabellone – nonostante l’ultima delle 4 fosse decisamente dubbia. Nella medesima categoria di peso, Marco Maddaloni s’impone dapprima sul padrone di casa Amine Yassif, per poi cedere di ippon per mano dell’azero Fagan Guluzada.

Disputano due incontri anche Giovanni Carollo e Diego Frustaci, entrambi nella categoria al limite dei 90 kg. Giovanni vince sull’atleta degli Emirati Mihail Marchtan per ippon al terzo minuto dell’incontro e si arrende all’azero Mammadali Mehdiyev; Diego s’impone di ippon sull’azero Ziya Namazov e perde dall’inglese Tom Reed, sempre per ippon.

Due incontri anche per Giulia Caggiano (57 kg) che supera per ippon la montenegrina Tanja Bozovic. Al turno successivo uno yuko per mano della cinese Leung Po-Sum mette fine alla sua corsa al podio.Nella medesima categoria troviamo anche Valentina Giorgis e Anna Righetti eliminate per ippon rispettivamente dalla francese Sarah Harachi, poi medaglia d’oro, e dalla spagnola Tecla Cadilla Acevedo.

Stessa sorte tocca a Carmine Di Loreto (60 kg) e Francesca Milani (48 kg). Carmine subisce un ippon di de aschi barai alla seconda azione del suo primo incontro con l’azero Rasim Almammadov. Francesca si arrende di ippon alla francese Melanie Clement, che conclude la sua gara al secondo posto.

E’ doveroso ricordare che la maggior parte degli atleti presenti a Casablanca (con l’eccezione di Basile, Esposito, Ciano e Di Guida) hanno scelto di competere a proprie spese sostenuti dai propri club e dalle proprie famiglie, a cui va il plauso di Italiajudo: è infatti questa convinzione, dedizione e passione che consente al movimento judoistico italiano di crescere e che si spera prima o poi venga valorizzata. 

Tricolori juniores femminili: aggiornamenti online!

Pubblicato da FP il 3 mag 2015 in Monza | Commenti disabilitati

Tricolori juniores femminili: aggiornamenti online!

Conversano è nel pieno della gara la seconda giornata dei Tricolori Juniores 2015 riservata alle categorie femminili; sul tatami a partire dalle 9.30, le ragazze dei 48, 52, 57 e 63 kg; dalle 12.00 sarà la volta dei 44, 70, 78 e +78 kg.

Di seguito gli aggiornamenti dei tabelloni di gara e le classifiche.


44 kg

Tabellone                Finale                

48 kg

Tabellone                Aggiornamento                Finale                

52 kg

Tabellone                Aggiornamento                Finale                

57 kg

Tabellone                Aggiornamento               Finale                

63 kg

Tabellone                Aggiornamento                Finale                

70 kg

Tabellone                Finale                

78 kg

Tabellone                Finale                

+78 kg

Tabellone                Finale                

 

 

 

Assegnati i tricolri juniores maschili 2015

Pubblicato da AC il 2 mag 2015 in Bari | Commenti disabilitati

Assegnati i tricolri juniores maschili 2015

Sono Manuel Lombardo e Giovanni Esposito i due protagonisti indiscussi della prima giornata dei tricolori junior 2015 di Conversano. Ancora cadetti, i due fuoriclasse si sono distinti con qualità e determinazione anche tra i judoka più esperti, conquistando il secondo tricolore dell’anno. Con i due giovanissimi, oggi hanno guardato tutti dall’alto anche Andrea Carlino, Leonardo Casaglia, Alessandro Bergamo, Lorenzo Todini, Claudio Pepoli e Andres Felipe Moreno.

Primo anno junior, ma tutt’altro che inesperto, Andrea a Carlino ha avuto una marcia in più di tutti nei 55 kg; in finale il torinese ha dribblato il giovanissimo Biagio D’Angelo, campione in carica nei 50 kg, classe cadetta. Sul terzo gradino del podio Andrea Ingrassia e Angelo Vilardo, che si ri-affacciano tra i grandi.

E’ una doppia conferma quella di Manuel Lombardo: al titolo under 18 di quest’anno si aggiunge la conferma sulla vetta degli under 21 in cui lo scorso anno è stato protagonista dei 55 kg. In finale il torinese ha fulminato Mario Petrosino con un rapidissimo sumi-gaeshi che ha messo fine all’incontro in pochi istanti. Sul terzo gradino del podio di una categoria oggi molto interessante, Angelo Pantano e Giacomo Pertile.

Si conferma un ottimo 2015 anche per Giovanni Esposito, che dopo il successo tra i cadetti si è già distinto sulla piazza internazionale anche tra gli junior. Il napoletano ha dominato la finalissima con un ritrovato Marco Vendramini, inaugurando un vero e proprio festival del seoi-nage che con caparbietà gli ha regalato l’ippon della vittoria. Le medaglie di bronzo sono andate ai romani Gabriele Sulli e Mattia Miceli.

Ci ha pensato Leonardo Casaglia a sbaragliare i 73 kg, conquistando l’oro lasciato lo scorso anno a Fidenza quando ancora era cadetto. In finale, con una carambola in sumi-gaeshi proseguita in ne-waza, il toscano ha ribaltato il risultato della finalissima partita col vantaggio di Filippo Boccotti. Sul terzo gradino del podio Niccolò Avallone e Andrea Gismondo.

Protagonista di una giornata perfetta, Alessandro Bergamo ha scalato gli 81 kg conquistando senza paura la finalissima con Lorenzo Rigano, dominato abilmente sul piano tattico. In bronzo Riccardo De Luca e Salvatore D’Arco.

E’ Lorenzo Todini a conquistare con grinta rara i 90 kg, eliminando uno ad uno tutti i suoi avversari. In finale il toscano ha superato Federico Rollo un poderoso o-goshi. Terza piazza per il campione uscente Lorenzo Soverini e per Gianluca Ghidini.

In gran forma, Claudio Pepoli ha sbaragliato senza rivali i 100 kg, calando l’asse vincente su Davide Pozzi in un a fulminea finale. Le medaglie di bronzo sono andate all’italo-estone Otto Krister Imala e all’emiliano Giacomo Mariani D’Altri.

E’ una conferma anche per Andres Felipe Moreno che resta fisso sul gradino più alto dei supermassimi, lasciandosi alle spalle Alessandro Graziano, fermato in finale con la potenza di un severo harai-makikomi. Le medaglie di bronzo sono ansate ad Emanuele Magazzeno e a Tiziano Di Federico.

Con tre ori e un bronzo il primato per club è andato al CRS Akiyama Settimo Torinese, davanti allo Star Judo Club Napoli e all’Airon Judo 90 Furci Siculo.

In un campionato passato in sordina per l’assenza di risonanza anche da parte dei media federali, una nota positiva della prima giornata è stato il final block, a cui finalmente è stata data la dovuta centralità, almeno al termine della mattinata.

Domani, a partire dalle 9.30 saranno in gara le ragazze a caccia degli otto tricolori femminili.

 

Clicca qui per i risultati completi

 

 Su www.ipponstore.com trovi JudoGi, Abbigliamento, Materiale Didattico, Integratori e Prodotti Informatici.

 

Tricolori Juniores Maschili: aggiornamenti online!

Pubblicato da FP il 2 mag 2015 in Monza | Commenti disabilitati

Tricolori Juniores Maschili: aggiornamenti online!

 Conversano è nel pieno della gara la prima giornata dei Tricolori Juniores 2015 riservata alle categorie maschili; sul tatami a partire dalle 9.30, i ragazzi dei 60, 66, 73 kg; dalle 14.30 sarà la volta dei 55, 81, 90, 100 e +100 kg.

Di seguito gli aggiornamenti dei tabelloni di gara e le classifiche.


55 kg

Tabellone                Finale                

60 kg

Tabellone                Aggiornamento                Finale      

66 kg

Tabellone                Aggiornamento                Finale         

73 kg

Tabellone                Aggiornamento                Finale             

81 kg

Tabellone                 Finale          

90 kg

Tabellone                Finale

100 kg

Tabellone                Finale

+100 kg

Tabellone                Finale

 

 

 

I francesi agli EURO14

Pubblicato da Ennebi il 7 mar 2014 in Brussels, Belgium | Commenti disabilitati

I francesi agli EURO14

La Francia giocherà in casa nell’edizione 2014 dei Campionati d’Europa Assoluti, in programma dal 24 al 27 aprile a Montpellier.

Come sempre, la direzione tecnica francese ha le idee chiare e con oltre un mese di anticipo, ieri pomeriggio ha annunciato la squadra che prenderà parte alla kermesse continentale.

Sono solamente tre le categorie di peso in cui i tecnici francesi hanno ancora dei dubbi, si tratta della categoria al limite dei 52 chilogrammi femminile e delle categorie al limite dei 60 e 90 kg maschili, dove la competizione tra diversi atleti e’ molto forte. Tuttavia, la direzione tecnica fa sapere che i tre nomi che andranno a completare la lista  degli atleti che prenderanno parte agli europei verranno annunciati il 1 aprile, in seguito ad degli incontri di selezione a porte aperte, una sorta di cio’ che qui in Italia chiamiamo piu’ comunemente ‘incontri arbitrati’.

 

Di seguito la lista annunciata ieri pomeriggio.

Donne:

-48kg : BUCHARD Amandine

-52kg : A déterminer

-57kg : PAVIA Automne

-63kg : AGBEGNENOU Clarisse

-70kg : EMANE Gévrise

-78kg : LOUETTE Lucie

-78kg : TCHEUMEO Audrey

+78kg : ANDEOL Emilie

Maschi:

-60kg : A déterminer

-66kg : KORVAL Loic

-66kg : LAROSE David

-73kg : LEGRAND Ugo

-81kg : PIETRI Loic

-90kg : A déterminer

-100kg : MARET Cyrille

+100kg : RINER Teddy

 

Di seguito il programma dei prossimi Campionati Europei:

Giovedi’ 24 aprile 2014

Orario : 10 h 00 – 18 h 00

Categorie : -48 kg, -52 kg, -57 kg, -60 kg, -66 kg

Venerdi’ 25 aprile 2014

Orario : 10 h 00 – 18 h 00

Categorie : -63 kg, -70 kg, -73 kg, -81 kg

Sabato 26 aprile 2014

Orario : 10 h 00 – 18 h 00

Categorie : -78kg, +78kg, -90kg, -100kg, +100kg

Domenica 27 aprile 2014

Orario : 10 h 00 – 18 h 00

Competizione a squadre maschile e femminile

 

2014-selection-france-judo

 

A Samokov gli europei under 23

Pubblicato da AC il 14 nov 2013 in Monza | Commenti disabilitati

A Samokov gli europei under 23

L’ultimo europeo del 2013 è alle porte: domani sul tatami bulgaro di Samokov andrà in scena il campionato continentale under 23, secondo soltanto all’europeo senior, in quanto ad importanza.

 

A calcare il tatami per questa categoria “di mezzo” tra il mondo giovanile e quello dei “grandi”, vi saranno come sempre non poche stelle emergenti del judo mondiale, considerando il fatto che l’età media degli atleti medagliati agli ultimi Giochi Olimpici ed ai mondiali si sia drammaticamente abbassata.

 

Saranno quattordici gli azzurri in gara: il gruppo selezionato, rappresenta a grandi linee l’ossatura della nazionale maggiore che dopo Londra si è ampiamente rinnovata con l’ingresso di un gruppo di giovanissimi forte dell’esperienza senza paragoni maturata in seno ai settori giovanili.

 

Cinque le donne, nove gli uomini che da domani combatteranno per il tricolore: Anna Bartole (48 kg), Odette Giuffrida (52 kg), Martina Lo Giudice (57 kg), Valentina Giorgis (63 kg) ed Elisa Marchiò (+78 kg), Carmine Di Loreto e Fabio Basile (60 kg), Emanuele Bruno (66 kg), Enrico Parlati ed Andrea Regis (73 kg), Massimiliano Carollo (81 kg), Giuliano Loporchio (90 kg), Luca Ardizio e Domenico Di Guida (100 kg).

 

A guidare gli azzurri i tecnici Pino Maddaloni e Dario Romano guidati dal DTN Raffaele Toniolo e dal consigliere Luigi Nasti in qualità di Capo Delegazione.

 

Sul tatami di Samokov da domani anche l’arbitro Gianfranco Minissale.

 

Lo scorso anno l’Italia conquistò ben cinque medaglie e tre quinti posti: Andrea Regis fu medaglia d’argento, bronzi Fabio Basile, Massimiliano Carollo, Valentina Giorgis e Odette Giuffrida, quinti Carmine Di Loreto, Domenico Di Guida ed Edwige Gwend.

 

Domani in gara a partire le categorie più leggere: 48, 52, 57, 60, 66 kg; sabato sarà la volta di 63, 70, 73, 81, domenica 78, +78, 90, 100, +100. L’inizio delle gare è previsto alle 10.00, il final-block alle 15.30.

 

 In bocca al lupo!

 

 

Clicca qui per i tabelloni aggiornati online

 

Clicca qui per la diretta streaming

Parla Raffaele Toniolo

Pubblicato da Ennebi il 21 ott 2013 in Milano | 4 comments

Di seguito l’intervista con importanti dichiarazioni del DTN Raffaele Toniolo

 

 

Rosalba Forciniti returns

Pubblicato da Ennebi il 19 ott 2013 in Lido di Ostia | Commenti disabilitati

Rosalba Forciniti returns

Il video dell’assegnazione della vittoria a Rosalba Forciniti nel suo primo incontro dopo Londra, che avviene dopo 447 giorni lontano dalla mischia.

La ventisettenne calabre supera al primo turno per doppio wazari l’inglese Kelly Edwards. Con il secondo wazari di uchi mata il pala Fijlkam di Ostia è esploso in un grande applauso per la paladina di casa.

 

Prossimo incontro con la medaglia iridata Andrea Stefania CHITU, sarà un match di altissimo livello.

 

 

BENTORNATA ROSALBA!

 

Posticipata alle ore 12 l’European Open di Roma

Pubblicato da il 19 ott 2013 in | Commenti disabilitati

I riflessi dello sciopero dei trasporti attuato nella giornata di oggi si sono fatti sentire anche sul torneo internazionale di judo “European Open Women” di Roma.

Diverse nazioni infatti, hanno fatto sapere che in seguito alla cancellazione dei voli prenotati ed in assenza di alternative per raggiungere in tempo utile la Capitale, sono state costrette a rinunciare alla partecipazione. A questo punto la gara, che attribuisce in ogni caso punteggio per la World Ranking List (quella utilizzata per la qualificazione olimpica), ha registrato una contrazione nel numero delle partecipanti e l’Organizzazione ha pertanto corretto l’orario di inizio dei combattimenti, che slitta alle ore 12.

Ylenia Scapin voce ufficiale EJU

Pubblicato da il 19 ott 2013 in | Commenti disabilitati

La voce ufficiale EJU dell’European Open di Roma sarà Ylenia Scapin a cui sarà affidato il commento della diretta streaming, trasmessa sul canale europeo.

Il final-block, sarà invece trasmesso in diretta sui RAI Sport 1 dalle 16.30 alle 18.30 con conduzione di Giulio Guazzini affiancato per il commento tecnico dal DTN Raffaele Toniolo.

Rosalba Forciniti torna sul tatami

Pubblicato da il 19 ott 2013 in | Commenti disabilitati

Il bronzo olimpico di Londra Rosalba Forciniti tornerà sul tatami proprio a Ostia in occasione della European Open dopo 447 giorni lontano dalla mischia.

La ventisettenne calabre se la vedrà con atlete di ottimo calibro a cui cercherà di ricordare che il suo nome non appartiene al passato.

Scomparso il M° Attilio Infranzi

Pubblicato da il 19 ott 2013 in | Commenti disabilitati

Il maestro Attilio Infranzi è venuto a mancare sabato scorso 12 ottobre all’età di 86 anni.

Il Maestro Infranzi e stato uno dei pionieri del judo nel sud Italia, insegnò negli anni ’50 presso il CUS Napoli e poi presso la Partenope Napoli, che sotto la sua conduzione vinse diversi titoli nei campionati italiani a squadre.

In un intervista il Maestro Nicola Tempesta ha dichiarato che è stato judoisticamente il suo “fratello maggiore”.