Bis d’argento a Teplice con Manzi e Fiora

  21/04/2013- Gli azzurrini ci sono! D’argento la prima giornata di Teplice, nella sesta temibile tappa del circuito continentale cadetti: il bottino raccolto daai primi otto italiani in gara è infatti di due secondi posti con Elios Manzi e Sofia Fiora e di due settimi con Elisa Adrasti eFrancesca Giorda. Azzurri al quarto posto nel medagliere parziale della prima giornata di gara, primi tra [...]

Pubblicato da A.C il 9 set 2013 in Teplice (CZE)

 

21/04/2013- Gli azzurrini ci sono! D’argento la prima giornata di Teplice, nella sesta temibile tappa del circuito continentale cadetti: il bottino raccolto daai primi otto italiani in gara è infatti di due secondi posti con Elios Manzi e Sofia Fiora e di due settimi con Elisa Adrasti eFrancesca Giorda. Azzurri al quarto posto nel medagliere parziale della prima giornata di gara, primi tra le nazioni senza ori.

 

Vale oro – e forse di più – l’argento di Elios Manzi, che si è cimentato in via sperimentale nei 60 kg. Elios non si è lasciato intimorire dal peggior sorteggio che gli sarebbe potuto capitare, battezzando come di consueto i suoi avversari, con un judo impeccabile contrapposto al micidiale scarto di peso. L’azzurrino  se l’è vista col polacco Pawel Wawrzicsek, leader 2012 della ranking list continentale, fermato con un ritmo incalzante trasformato i una pioggia di sanzioni; doppio waza-ari col lituano Azukas, ippon ai tedeschi Waldenburg e Philipp; quarto di finale di gran classe con una vecchia conoscenza, l’ucraino Bogdan Iadov vessato per tre l’incontro e quindi lanciato in uchi-mata. In semifinale, annientato letteralmente il vicecampione europeo Minkou, incalzato dal ritmo dell’azzurro che ha portato in netta passività il bielorusso quidni eliminato dopo quattro sanzioni. Un capitolo a parte la finale con l’azero Rauf Khalilov che ha scatenato una bagarre intestina tra gli arbitri: sovrastato fisicamente dall’azero Elios ha scelto la strada del ritmo e della tecnica, senza riuscire ad evitare una sanzione anonima; passa in vantaggio alla ripresa marcando waza-ari in makikomi poi trasformato in yuko miope. A circa 20 secondi dal termine dell’incontro l’azzero si cimenta in un arm-lock nel migliore stile MMA, insistendo brutalmente sulla spalla dell’azzurro nel probabile tentativo di asportarla per farne un feticcio: assente l’arbitro centrale, distratti dalle miss in zona podio i colleghi, l’azione prosegue e si conclude con la resa inevitabile di Elios tra i fischi del pubblico. E’ dunque argento, un argento che vale oro per un 55 kg “a spasso” tra i colleghi più pesanti: una prova, quella di oggi, che la dice lunga a guardare al futuro…

 

Argentea anche Sofia Fiora, nei 52 kg, che bissa il secondo posto di Zagabria, in un concerto si spazzate e colpi d’anca. E’ ippon con la polacca Kowalczyc nel primo incontro dei turni eliminatori, waza-ari con la fastidiosa tedesca Akermann e quindi ippon con una potente spazzata ad Astride Gneto, sorella della più nota medaglia di Londra 2012, e waza-ari con l’inglese Fraser. Semifinale ancora azzurra con l’olandese Larissa Van Krevel annientata abilmente da Sofia. Amaro l’incontro di finale con Katja Stiebeling: è un ippon indiscutibile il verdetto che incorona la tedesca capace di approfittare di un pastiche tra guardia  e prese della nostra Sofia. Con questo argento, Sofia si conferma tra le migliori judoka europee dei 52 kg.

 

A punti oggi anche Francesca Giorda, a cui non bastano cinque  lodevoli incontri vinti per arrivare in zona medaglia; settima anche Elisa Adrasti che fa capolino tra le 44 kg europee.

 

Giornata difficile che stenta ad ingranare per il folletto Angelo Pantano e per AndreaCarlino, bloccati al nono posto dalla cattiva gestione di alcuni incontri e da qualche peccato d’esperienza, così come per Manuel Lombardo e Valentina Tommaselli.

 

Oggi sul tatami gli altri sette azzurri in gara: Alessandra Prosdocimo e Chiara Carminucci,Giorgia StangherlinEleonora GeriFederico RolloDavide Pozzi e Marco Truffo.

 

 

Clicca qui per i risultati completi della prima giornata

 

Clicca qui per la diretta streaming

 

Clicca qui per i tabelloni


Commenta con Facebook

commenti