Bergamelli re d’Europa U18. Bedel e Fusco d’argento. Prosdocimo ed Esposito di bronzo

Bergamelli re d’Europa U18. Bedel e Fusco d’argento. Prosdocimo ed Esposito di bronzo

Una giornata ricca di medaglie per l’Italia Under 18 impegnata a Kaunas per i campionati d’Europa Cadetti: Enrico Bergamelli sale sul gradino più alto d’Europa, unico italiano riuscito in questa impresa. Kenny Komi Bedel e Giovanna Fusco ci vanno molto vicini, chiudendo in seconda piazza. Mattia Prosdocimo e Martina Esposito chiudono invece al terzo posto. Daniele Accogli si accontenta -
ahinoi! – della medaglia di legno. Con i bronzi conquistati ieri da Chiara Palanca e Giovanni Zaraca ed il quinto posto di Carlotta Avanzato, l’Italia guidata da Raffale Toniolo con la collaborazione di Bongiorno, Piccirillo, Zocco e Comi si piazza all’ottavo posto del medagliere per nazioni.

Pubblicato da Ennebi il 1 lug 2017 in Mosca, RUS

Una giornata ricca di medaglie per l’Italia Under 18 impegnata a Kaunas per i campionati d’Europa Cadetti: Enrico Bergamelli conquista l’oro nella categoria al limite dei 90 kg; Kenny Komi Bedel si piazza al secondo posto nella categoria al limite dei 73 kg, stesso piazzamento anche per Giovanna Fusco nei 57 kg; la giornata di oggi si chiude con altre due medaglie di bronzo, quella di Mattia Prosdocimo nei 73 kg e di Martina Esposito nei 70 kg. Alle medaglie di oggi, si aggiungono i due terzi posti conquistati da Chiara Palanca nei 48 kg e Giovanni Zaraca nei 66 kg nella giornata di ieri. L’Italia ha disputato altre due finali per il bronzo che hanno portato al quinto posto di Daniele Accogli negli 81 kg, mentre nella giornata di ieri Carlotta Avanzato si era dovuta accontentare della medaglia di legno nella categoria al limite dei 44 kg.

Analizziamo le prestazioni dei nostri alfieri nella giornata odierna.

Sono cinque gli incontri che hanno portato alla vittoria di Enrico Bergamelli. Al primo turno eliminatorio, Enrico fa fuori il moldavo Taban per waza ari ed ippon; al secondo turno ci vogliono oltre tre minuti di golden score per superare l’atleta ucraino Velkov; Enrico arriva cosi ai quarti di finale dove affronta lo sloveno Jarc che mette KO in 1 minuto e 43 secondi; nella semifinale Enrico s’impone sul lettone Sulla grazie ad un punto; mentre nella finalissima contro il georgiano Bekauri si va al golden score dopo aver concluso i tempi regolamentari con un punto per parte. Un altro waza ari aggiudica la vittoria all’azzurro che conquista cosi il gradino più alto d’Europa.

Sono cinque gli incontri disputati anche da Giovanna Fusco. I primi due incontri vengono decisi per waza ari ai danni prima dell’azera Bakirzada e poi dell’ungherese Nyiri; ai quarti di finale l’atleta azzurra eliminala francese Courtat accedendo alla semi finale; qui affronta la polacca Kropska superata al secondo minuto del golden score. Nella finalissima Giovanna non riesce a gestire l’avversaria croata, Cvjetko, che la costringe ad accontentarsi – si fa per dire – della seconda piazza.

Primo incontro agile per Kenny Bedel contro l’ucraino Vostrenkov, superato di ippon in 2 minuti e 40 secondi; al secondo turno eliminatorio è la volta dell’azero Shamilov; nell’incotro successivo, nei quarti di finale assistiamo ad una sfida tutta italiana tra Kenny Bedel e Mattia Prosdocimo già vista a Riccione tre settimane fa in occasione dei campionati italiani U18. Questa volta l’esito è l’opposto e viene deciso per ippon ad 1 minuto e 36 secondi dall’inizio dell’incontro , consentendo a Kenny di accedere alla semifinale. Qui l’azzurro supera il francese Gnamien per waza ari. Nella finalissima il georgiano Bekauri è troppo forte e Bedel chiude al secondo posto.

Il già citato Mattia Prosdocimo supera in ordine il macedone Sherifovski e lo slovacco Ruttkay prima di affrontare Bedel. Nei successivi incontri nessuno riesce a fermare l’atleta azzurro che dimostra di avere un grande carattere: dapprima s’impone di misura sull’azero Shamilov per 4 waza ari ed un ippon; poi manda a casa il polacco Stodolski grazie ad un ippon e nella finale per il bronzo costringe alla medaglia di legno il turco Koc per 4 waza ari ed un ippon.

Inizia alla grande la giornata di Martina Esposito che al primo turno eliminatorio supera la portoghese Paiva in soli 32 secondi; la battuta di arresto arriva al turno successivo, quando ai quarti di finale la francese Fereol la manda nei tabelloni di recupero. Martina è carica e in soli 1 minuto e 43 secondi spedisce a casa l’austriaca Autengruber; in 42 secondi fa fuori l’ucraina Chystianova per poi gestire alla grande la finale per il bronzo con la tedesca Igl, superata per tre waza ari ad uno.

Il ricco numero di medaglie conquistate nella due giorni di gare porta l’Italia all’ottavo posto del medagliere per nazioni, guidato dalla Russia che porta a casa 3 ori, 1 argento e ben 5 bronzi. Domani sarà la volta della gara a quadre.

 

ACCEDI ALLE POUL COMPLETE

Leggi anche: 

Chiara Palanca e Giovanni Zaraca si colorano di bronzo agli Europei U18 a Kaunas. 

 

 

 

 

 

 


Commenta con Facebook

commenti