Bellandi bronzo europeo

Bellandi bronzo europeo

È stata Alice Bellandi l’azzurra della seconda giornata dei Campionati Europei under 18 di Sofia: al suo esordio internazionale, la bresciana ha conquistato una prestigiosa medaglia di bronzo. A completare il bottino azzurro in terra bulgara, i quinti posti di Christian Parlati e Annalisa Calagreti, che si sono fermati ai piedi del podio nonostante una giornata [...]

Pubblicato da AC il 4 lug 2015 in Monza

È stata Alice Bellandi l’azzurra della seconda giornata dei Campionati Europei under 18 di Sofia: al suo esordio internazionale, la bresciana ha conquistato una prestigiosa medaglia di bronzo. A completare il bottino azzurro in terra bulgara, i quinti posti di Christian Parlati e Annalisa Calagreti, che si sono fermati ai piedi del podio nonostante una giornata da medaglia.

La caparbia bresciana ha esordito alla grande schiantando la serba Radmilovich e l’olandese Harselaar, prima della battuta d’arresto in semifinale per mano della francese Dorine N’Tcham Po, che ha sorpreso una Alice forse fin troppo sicura di sé chiudendo in breve l’incontro. Brillante la finale per il bronzo con la russa Madina Taimazova, schiantata in seoi-nage e quindi inchiodata al suolo senza scampo.www.eju.net3

Amaro il quinto posto di Christian Parlati che avrebbe avuto tutte le carte in regola per conquistare una meritata medagli, se un fastidioso infortunio al polso, non gli avesse impedito di dire la sua nell’incontro di finale. Eliminati con determinazione l’israeliano Mellul, lo spagnolo Varela Ferrer e l’estone Puhm, il napoletano non è riuscito ad imporsi sul polacco Krogulski e quindi ha ceduto nella finalina per il bronzo al greco di sangue georgiano Balampanasvili.

Quinta piazza anche per Annalisa Calagreti, partita alla grandissima con la tedesca Lucht e  fermata al secondo turno dalla futura campionessa europea Raz Hersko (ISR) per una sola sanzione. Ai recuperi la marchigiana è tornata a dire la sua ai danni della croata Gobec e della ceca Paulusova ma è stata fatale l’ungherese Fanni Toth che l’ha travolta nell’incontro di finale.

Buona performance anche per Andrea Fusco e Marco Truffo, settimi classificati, nona Chiara Lisoni mentre tanta esperienza per Flavia Favorini.

Più che positivo il bilancio della spedizione italiana agli europei 2015: su venti atleti in gara, il team azzurro ha piazzato nei primi sette per dodici atleti, disputando ben nove finali per un bottino compklessivo di sei medaglie. Se l’Italia si piazza dunque al settimo posto nel medagliere pòer nazioni, dominato dalla Russia con 4 ori 4 argenti e 2 bronzi, davanti a Georgia (2 3 5), Azerbaijan (2 0 1), Germania (1 1 1), Ucraina (1 1 1) e Israele (1 1 0), l’Italia segue soltanto Russia e Georgia per numero di medaglie conquistate.

“Quella di Alice è stata un’ottima gara, peccato per la semifinale in cui ha sottovalutato la francese” ha commentato Nicola Moraci a fine giornata “anche Christian e Annalisa avrebbero potuto conquistare la medaglia di bronzo e forse non solo quella, peccato per l’infortunio che non ha consentito a Christian di essere al massimo, altrimenti la medaglia sarebbe stata sua. Ora tutti i ragazzi dovranno mantenere la concertazione e dare prova di grande maturità perché saranno impegnati nella gara a squadre di domenica: diversamente da quanto previsto, schiereremo Carlino al posto di Caggiano a 60 kg, purtroppo fermato da un infortunio al ginocchio,  Fiorini con Santini a 48 e Zamponi con Lentini a 52 kg.”

Domani nella gara a squadre l’Italia maschile se la vedrà con la formazione georgiana, le ragazze saranno invece impegnate con la Polonia.

 

 

Clicca qui per i risultati

Clicca qui per i sorteggi della gara a squadre

 

 


Commenta con Facebook

commenti