Be new in…Alpe Adria!

Be new in…Alpe Adria!

Essere al passo col mondo e guardare anche oltre: è lo spunto positivo del diciannovesimo Trofeo Alpe Adria che sabato e domenica, dal Palagetur di Lignano Sabbiadoro, darà il via all’anno agonistico 2014. Ad accompagnare il torneo, il motto “Be new in your judo”, già protagonista del Winter Camp di inizio mese: “Lo slogan parla [...]

Pubblicato da AC il 24 gen 2014 in Lignano Sabbiadoro

Essere al passo col mondo e guardare anche oltre: è lo spunto positivo del diciannovesimo Trofeo Alpe Adria che sabato e domenica, dal Palagetur di Lignano Sabbiadoro, darà il via all’anno agonistico 2014.

Ad accompagnare il torneo, il motto “Be new in your judo”, già protagonista del Winter Camp di inizio mese: “Lo slogan parla di innovazione, creatività, flessibilità nel judo” ricorda Milena Lovato “…ma fare judo non è solo indossare il judogi e per il nostro club significa essere pronti e divertirsi lavorando”.

Ad incarnare al meglio questa nobile idea è Lorenzo Bagnoli, il testimonial dell’Alpe Adria 2014, che con la sua storia di campione fermato da un problema cardiaco ha saputo rigenerarsi come tecnico e come arbitro in meno di sei mesi.

L’organizzazione del torneo anche quest’anno ha puntato all’innovazione mettendo a disposizione dei partecipanti alcuni servizi di grande utilità: è il caso del sistema Kannon per le iscrizioni, già sperimentato nel 2013, che oltre a facilitare il lavoro dell’organizzazione, abbassa il tasso d’errore e soprattutto facilità i club nelle procedure online; la presenza di cinque arbitri per tatami, unita all’ormai insostituibile care system, quest’anno si avvarrà anche di un sistema di registrazione di tutti gli incontri, così da supportare la gestione di situazioni arbitrali difficili anche a gara terminata. In ultimo, “perla fra le perle” di questa edizione dell’Alpe Adria, nel palazzetto sarà possibile accedere ad una rete wi-fi interna ( http://192.1.2.120 ) dove scaricare verbali di peso, sorteggi e fotografie. Sperimentata da pochi all’estero, questa caparbia intuizione arriva per la prima volta in Italia consentendo di eliminare il cartaceo in eccesso e di agevolare tecnici ed atleti.

Ad animare la gara, sabato e domenica, ci penseranno 936 atleti in rappresentanza di nove nazioni: oltre a tutte le regioni d’Italia, il tatami di Lignano vedrà combattere atleti provenienti da Austria, Azerbaijan, Bosnia Erzegovina, Croazia, Malta, San Marino, Serbia e Slovenia.

Sabato a partire dalle 10 in gara gli atleti della classe cadetta, domenica sarà invece la volta degli junior.

 

Clicca qui per i sorteggi


Commenta con Facebook

commenti