Atene: quinto Casaglia

Atene: quinto Casaglia

  Si chiude con un quinto posto la seconda giornata azzurra agli Europei Cadetti di Atene: Leonardo Casaglia dopo una mattinata encomiabile si è fermato ai piedi del podio dell’ostica categoria al limite dei 73 kg. Dopo una falsa partenza con lo sloveno Hojak Martin, Leonardo è rientrato in gara grazie al doppio recupero ritornato [...]

Pubblicato da AC il 5 lug 2014 in Monza

 

Si chiude con un quinto posto la seconda giornata azzurra agli Europei Cadetti di Atene: Leonardo Casaglia dopo una mattinata encomiabile si è fermato ai piedi del podio dell’ostica categoria al limite dei 73 kg.

Dopo una falsa partenza con lo sloveno Hojak Martin, Leonardo è rientrato in gara grazie al doppio recupero ritornato in auge proprio ad Atene. Il giovane toscano si è quindi imposto con determinazione sul greco Balampanasvili, sull’inglese McWatt e sul Francese Riboullet marcando tre strepitosi ippon ed aggiudicandosi l’ingresso nella “finalina” per la medaglia di bronzo”. Opposto all’altro francese Nicolas Chilard, Leonardo s’è portato in vantaggio di yuko nel primo minuto di gara grazie ad un gaeshi; è stato però il francese a partire alla rimonta marcando dapprima waza-ari e quindi chiudendo l’azzurro in un micidiale sankaku. Per Leonardo arriva un quinto posto che conferma una crescita esponenziale rispetto alla scorsa stagione e lo mette in ottima luce per il passaggio tra gli juniores il prossimo anno.

Oggi in gara anche altri tre azzurri al loro esordio europeo: Andrea Dal Zennaro che superato il primo turno, è stato fermato al secondo incontro e quindi ai recuperi, Gabriele Sulli, Nadia Simeoli e Chiara Lisoni che nonostante una grande determinazione non sono riusciti a superare i turni eliminatori.

Oggi non ci sono state medaglie ma i ragazzi si sono battuti secondo le loro possibilità” ha commentato il maestro Nicola Moraci “La gara di Leonardo ha rispecchiato la sua stagione: è un talento che sta tra i primi d’Europa con un solo limite di tipo psicologico: sono convinto che acquistando più autonomia e piena coscienza delle proprie possibilità, potrà raccogliere i risultati che ripagheranno il gran lavoro di questi anni. Andrea e Gabriele sono partiti bene ma sono stati bloccati da alcuni atleti più esperti che hanno approfittato di piccoli errori commessi nei loro incontri; le ragazze infine hanno pagato lo scotto dell’inesperienza dovuta alla loro giovane età: sono al primo anno ed in campo internazionale la differenza con le più esperte è notevole ma oggi hanno dimostrato di avere tutti i mezzi per fare grandi cose…è stato così per Lombardo l’anno scorso e come lui con pazienza raccoglieranno in futuro!”

Domani sarà la volta delle categorie pesanti che chiuderanno l’europeo greco: per l’Italia Soraya Luri Meret, Gaetano Palumbo ed il colosso emiliano Alessandro Graziano.

 
 
Clicca qui per i risultati
 


  1. patrizia says:

    come da anni gli addetti ai lavori sostengono era ora che cambiassero le cose x i sorteggi peccato x tutti gli atleti che negl’anni passati sono stati penalizzati da questo sistema
    che non ha creato campioni ma impoverito il judo

Commenta con Facebook

commenti