Atene: Graziano colosso di bronzo!

Atene: Graziano colosso di bronzo!

E’ il colosso di Ravenna, Alessandro Graziano il protagonista dell’ultima giornata azzurra ai Campionati Europei Cadetti di Atene: con la sua medaglia di bronzo si conclude l’avventura italiana in terra greca, con gli azzurri stabili nella top ten continentale. Questa mattina Alessandro è stato pressoché inarrestabile: dopo una partenza travolgente ai danni del turco Cekic, [...]

Pubblicato da AC il 6 lug 2014 in Monza

E’ il colosso di Ravenna, Alessandro Graziano il protagonista dell’ultima giornata azzurra ai Campionati Europei Cadetti di Atene: con la sua medaglia di bronzo si conclude l’avventura italiana in terra greca, con gli azzurri stabili nella top ten continentale.

Questa mattina Alessandro è stato pressoché inarrestabile: dopo una partenza travolgente ai danni del turco Cekic, l’azzurro s’è dovuto inchinare soltanto all’olandese Jur Spijkers poi vincitore della categoria. Alla ripresa, Alessandro ha affrontato con caparbietà gli incontri di recupero lasciando senza chance il polacco Zwadzki, l’ucraino Chaykovskyy e travolgendo il turco Ahmet Yildirim nella finale per il bronzo. Ottima performance dunque per l’emiliano che si incammina sulla strada dei massimi azzurri di domani.

Oggi in gara anche Gaetano Palumbo, Soraya Luri Meret ed Ilaria Qualizza che nonostante il grande impegno sul tatami non sono riusciti a superare i turni eliminatori.

Italia dunque settima nel medagliere continentale con 3 medaglie, tre quinti e due settimi posti; a dominare la classifica per nazioni, come sempre la Russia (4 ori 5 argenti, 2 bronzi) seguita da Germania (3 1 4) e Francia (2 1 3).

“Siamo contenti della medaglia che ha concluso questo Europeo” ha dichiarato Nicola Moraci “Oggi Alessandro ha fatto un’ottima gara, peccando soltanto con l’esperto olandese per la troppa fretta di concludere. Sfruttando maggiormente la sua prestanza fisica avrebbe potuto portare a casa l’incontro e disputare la finale, ciò detto la sua resta una medaglia meritatissima a fronte di una stagione che non lascia dubbi sulle sue enormi po10417660_10202400623083240_7497155456153306253_nssibilità. Più sotto tono la gara degli altri: purtroppo Soraya si è lasciata sorprendere dalla francese mentre conduceva l’incontro; Ilaria e Gaetano mancano invece dell’esperienza di questo tipo: sono stati determinati e hanno affrontato la gara secondo le loro possibilità, hanno ottimi margini di crescita. Nel complesso l’europeo è stato di altissimo livello: ormai anche i cadetti si muovono come i senior ed è nostro dovere adeguarci a questo livello: lavorando di più a livello di ritiri e non solo a ridosso delle gare – come abbiamo fatto nel periodo di Pasqua  per esempio – è possibile conoscere meglio i ragazzi cercando la sinergia giusta con i loro club per colmare le lacune dove ve ne siano, e per far crescere questi atleti nella direzione migliore per raccogliere di più a livello internazionale. Ora abbiamo un obiettivo che sono gli YOG in Cina con Elios Manzi e Chiara Carminucci, ma la commissione è già al lavoro per pianificare i prossimi mesi con i medagliati di questo europeo e per individuare gli atleti da portare ad allenarsi in Giappone come da circolare inviata a tutte le società ed inizio stagione.”

Con i complimenti per il risultato, la redazione di Italiajudo ringrazia Alessandro per i saluti che ci ha inviato al termine dell’intervista post-gara.

 

Clicca qui per i risultati

 

 


Commenta con Facebook

commenti