Astana: poker di bronzo

Astana: poker di bronzo

Al Grand Prix di Astana, cui hanno preso parte 277 atleti in rappresetanza di 36 Paesi, l’Italia conclude con un poker di bronzo, piazzandosi al diciannovesimo posto del medagliere per Nazioni, capeggiato dal Kazakhstan (2, 2, 3) segiuto rispettivamente da Ungheria (2, 0, 1) e Germania (1, 2, 5). Il Grand Prix di Astana registra [...]

Pubblicato da Ennebi il 13 ott 2014 in Bruxelles

Al Grand Prix di Astana, cui hanno preso parte 277 atleti in rappresetanza di 36 Paesi, l’Italia conclude con un poker di bronzo, piazzandosi al diciannovesimo posto del medagliere per Nazioni, capeggiato dal Kazakhstan (2, 2, 3) segiuto rispettivamente da Ungheria (2, 0, 1) e Germania (1, 2, 5).

Il Grand Prix di Astana registra un record per l’Italia: tutte le donne in gara sono salite sul podio: Assunta Galeone, Edwige Gwend, Giulia Quintavalle e Valentina Moscatt, a conferma del buono stato di forma dell’italjudo al femminile. D’altronde le donne ci hanno sempre regalato i piu’ grandi successi in campo internazionale e gli ultimi risultati sembrano confermare questa tradizione.

Le prime due italiane ad aggiudicarsi la terza piazza in questo Grand Prix sono state Valentina e Giulia. La prima nella categoria al limite dei 48 kg ha vinto dapprima con la kazaca Tuitekova, poi con la isrlaeliana Rishony e, dopo la sconfitta con la mongola Galbadrakh in semifinale, ha superato la cinese Han.

Giulia, sempre militante nella categoria al limite dei 57 kg, ha superato l’austriaca Zeltner, poi ha ceduto il passo davanti all’inglese Smythe Davis ai quarti di finale. Nei recuperi ha affrontato e superato la russa Noskova e nella finalina la serba Rogic. Prima medaglia per lei da quando e’ diventata mamma.

Il giorno successivo e’ stata la volta di Edwige Gwend che si e’ imposta sulla spagnola Isabel Puche sull’austriaca Hilde Drexler. In semifinale si e’ dovuta arrendere alla fortissima isrealiana Yarden GERBI, tornando poi alla vittoria nella finalina sulla tedesca Martyna Trajdos.

Il terzo giorno e’ stato scalfito dalla prestazione di Assunta nei 78 kg, che ha superato prima la spagnola Marta Tort Merino, e dopo essersi vista sfumare la possibilita’ di conquistare la medaglia d’oro per mano dell’inglese Natalie Powell, nella finalina per il bronzo Assunta ha superarato in exstremis la russa Vera Moskalyuk, gia’ campionessa d’Europa.

Da segnalare il quinto posto per Walter Facente nei 90 kg, che ha superato prima l’uzbeco Ilkhom Juraev poi il russo Samir Guchapshev, sconfitto ancora una volta dopo europei e mondiali dal campione francese Alexandre Iddir, nella finalina per il bronzo cede il passo per mano dell’ucraino Quedjau Nhabali.


Commenta con Facebook

commenti