Assunta Galeone quinta ad Almaty, non si qualifica per Rio.

Assunta Galeone quinta ad Almaty, non si qualifica per Rio.

Purtroppo, nella terza ed ultima giornata del Grand Prix svoltasi ieri, il quinto posto di Assunta Galeone non è sufficiente per farla tornare tra le qualificate della propria categoria. Complice anche una squalifica per tre tornei. Anche Walter Facente deve rinunciare al sogno olimpico, squalificato ad Almat al primo turno eliminatorio per diving, dopo aver proiettato il georgiano Zviad Gogotchuri. Walter è stato davvero sfortunato in questi ultimi mesi, nei quali ha subito due infortunii a cascata che lo hanno tenuto lontano dalle competizioni. Anche Domenico Di Guida poteva solo fare primo per andare a Rio, ma si è fermato al secondo turno.

Pubblicato da Ennebi il 16 mag 2016 in Galway, IRL

Si conclude il Grand Prix di Almaty, in Kazakhstan, ultima chance per la qualificazione olimpica. A fare il miracolo è stato l’immenso Elios Manzi, che con grande classe ha conquistato il primo posto sul tatami di Almaty, unica piazza che gli avrebbe concesso la qualificazione a Rio de Janeiro, che per lui è cominciata solo quest’anno. Elios giovanissimo, 20enne, ha lasciato tutti con il fiato sospeso, tanto da meritare l’epiteto di “Immenso”. Anche Fabio Basile si è conquistato una meritata qualificazione, voluta con grande determinazione, dimostrando a 21 anni e ad un anno dal cambio di categoria di essere un atleta maturo. Ci aveva creduto fin dall’inizio quando ci aveva annunciato di amare le mission impossible eppure in molti non lo avevano preso sul serio. Del resto, l’impresa era difficile da realizzare. Continetal quota guadagnata e qualificazione in sospeso per un altro talento, Matteo Marconcini, che conclude il suo Grand Prix al secondo posto. Elios, Fabio e Matteo sono tutti atleti che si sono guadagnati la qualificazione con una manciata di risultati utili conquistati tutti in questi primi mesi del 2016. Purtroppo, nella terza ed ultima giornata del Grand Prix svoltasi ieri, il quinto posto di Assunta Galeone non è sufficiente per farla tornare tra le qualificate della propria categoria. Complice anche una squalifica per tre tornei, che ha incluso anche gli Europei di Kazan, che le ha impedito di guadagnare punti preziosissimi, essendo ora tra le prime atlete non qualificate. Ad Amlaty, Assunta ha vinto due incontri con la russa Kachorovskaya e la portoghese Ramirez, cedendo il passo di fronte alla cinese Zhang e alla cubana Castillo. Anche Walter Facente deve rinunciare al sogno olimpico, squalificato ad Almat al primo turno eliminatorio per diving, dopo aver proiettato il georgiano Zviad Gogotchuri. Walter è stato davvero sfortunato in questi ultimi mesi, nei quali ha subito due infortunii a cascata che lo hanno tenuto lontano dalle competizioni praticamente da dicembre fino ad ora, con una piccola parentesi nel mezzo, in cui si è re-infortunato. Un peccato visto che parliamo di un indubbio talento che si era conquistato sul campo un posto tra i primi 15 atleti al mondo, praticamente prima di infortunarsi aveva la qualificazione assicurata in tasca. Anche Domenico Di Guida poteva solo fare primo per andare a Rio. Il suo Grand Prix lo comincia bene con la vittoria sull’australiano Didier, ma poi non ce la fa con l’ungherese Cirjenics. Ora. bisognerà aspettare il 18 luglio per conoscere l’elenco definitivo ufficiale degli atleti qualificati, per dar modo all’apposita commissione IJF di provvedere all’assegnazione delle cosidette continental quota (una per nazione) e i 20 posti disponibili su invite, i cosidetti Tripartite Commission Invitation. 


Commenta con Facebook

commenti