Assegnati i tricolori femminili

Assegnati i tricolori femminili

La seconda giornata di gara al pala Ruffini di Torino incorona le regine d’Italia del 2015. Nei 48 kg la finalissima vede contrapporsi Romina Passa e Francesca Milani. L’inconto si chiude a favore di Romina per differenza di sanzioni: tre a uno. Per lei si tratta di una conferma rispetto all’edizione del 2014. La finalissima [...]

Pubblicato da Ennebi il 13 dic 2015 in Torino

La seconda giornata di gara al pala Ruffini di Torino incorona le regine d’Italia del 2015.

Nei 48 kg la finalissima vede contrapporsi Romina Passa e Francesca Milani. L’inconto si chiude a favore di Romina per differenza di sanzioni: tre a uno. Per lei si tratta di una conferma rispetto all’edizione del 2014. La finalissima di questa categoria registra anche l’allontamento dei rispettivi insegnanti tecnici. Simona Pollera e Alessia Ritieni sono le medaglie di bronzo dei 48 kg.

Nei 52 kg Fabiola Pidroni si aggiudica il titolo assoluto del 2015, migliorando il secondo posto del 2014, dove Odette Giuffrida, oggi assente, le aveva impedito di salire sul gradino più alto del podio. In finale supera per sazioni Valentina Tomaselli. Sul gradino più basso del podio salgono, invece, Anna Bartole e Giulia Pierucci.

Nei 57 kg è Martina Lo Giudice a sbaragliarle tutte. Nella finalissima becca in pieno Maria Centracchio con un o uchi gari da manuale. La loro storia è bellissima e va raccontata: rivali sul tatami, amiche fuori, una grande lezione per molti judoka! Giulia Gaggiano e Monica Iacorossi si classificano al terzo posto.

La finale della categoria dei 63 kg, orfana della partecipazione di Edvige Gwend, va a Francesca Busto a scapito di Alessia Regis. Quest’ultima era in vantaggio di yuko, quando si infortuna  al ginocchio in un’azione di attacco di Francesca Busto: intervento medico ed ippon tecnico. Giorgia Dalla Corte e Simona Abate si aggiudicano le medaglie di argento nella categoria 63 kg.

Nei 70 kg Carola Paissoni si aggiudica la finalissima a scapito di Eleonora Ghetti. Per lei un vantaggio di tre sanzioni a uno. Carola migliora il secondo posto conquistato ad Asti 2014. Margherita Truglia e Chiara Carminucci si aggiudicano la terza piazza assoluta.

Linda Politi con uno strangolamento si aggiudica il titolo assoluto 2015 nella categoria 78 kg a scapito della leonessa Lucia Tangorre, che per il secondo anno consecutivo si piazza in seconda posizione. Malora Rosetta e Ilaria Silveri sono le medaglie di bronzo di questa categoria.

Rita Ughetti si aggiudica la finalissima per hansoku make per presa alle gambe da parte dell’avversaria, Luna Coppola. Si piazzano in terza posizione Debora Sala e Natasha Di Fabio.

L’Akyiama Settimo Torinese si piazza sul gradino più alto del podio della classifica per società. Seguono in ordine Fiamme Oro e Banzai Cortina.

Presente come spettatrice anche l’olandese Kim Pollin, regina della categoria 70 kg dove ha conquistato tre titoli continentali e un bronzo iridato, è lei la numero uno del ranking mondiale.

Torino 2015 è decisamente uno degli Assoluti meglio organizzati, uno sforzo che non deve essere ignorato e che dovrebbe essere premiato. Congratulazioni a Fabrizio Marchetti e a tutto lo staff organizzativo.

 

Risultati Finali Femminili


  1. walter says:

    Capisco che i miei figli Alessia e Andrea non piacciano a Italia Judo, opinione che rispetto ma, almeno a fronte di un grave infortunio dopo un altro infortunio e a un passo da un traguardo non eccelso ma pur sempre un traguardo, se ne scrivete 1 riga piuttosto che 2 parole, cortesemente, fatelo con un po’ i rispetto e corretezza documentale. Un cordiale saluto

    walter regis

    • amministratore says:

      Io capisco benissimo che Le dia fastidio che Sua figlia si sia fatta male. Dispiace molto anche a me, glielo posso assicurare.
      Comprendo appieno il Suo stato d’animo e credo che chiunque provi la ‘rabbia’ che Lei prova in questo momento.
      Di certo non e’ colpa di Italiajudo e La invito a non prendersela con noi, davvero non c’entriamo nulla in questa storia.
      Il fatto poi che i Suoi figli ci stiano ‘anticipatici’ fa ridere anche i polli. In passato si e’ arrivati persino a lamentarsi della foto che abbiamo scelto nel nostro articolo (che tra l’altro era dell’EJU – non e’ che l’avevamo scattata noi).

      Seguirci del resto non e’ mica obbligatorio. :)

      Le auguro buon natale, mentre ad Alessia, buona guarigione!
      Ennebi

      • walter says:

        Infatti non vi seguo. Altri mi hanno detto di leggere quanto avete riportato che riguardava mia figlia.
        Lei poi, sig Ennebi, si rivela anche sfottente e maleducato.
        Buona giornata

        walter regis

Commenta con Facebook

commenti