Antonio Di Maggio nuovo segretario generale dell’ENDAS

Antonio Di Maggio nuovo segretario generale dell’ENDAS

Inizia una nuova avventura per il maestro Antonio Di Maggio appena nominato Segretario Generale dell’ENDAS (Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale).

Pubblicato da Ennebi il 18 apr 2019 in Barcellona, ESP

A giugno dello scorso anno il maestro Antonio Di Maggio si era dimesso quale presidente della Commissione Nazionale Organizzazione Gare della FILJAKM; già membro del Consiglio Nazionale della FIJLKAM per due mandati, dal 2004 al 2012, egli ha ricoperto il ruolo di Segretario Generale di diverse Federazioni Sportive Nazionali, dal karate al taekwondo, passando per la pesistica. Questa volta, lo aspetta una nuova avventura che va oltre il mondo delle arti marziali, catapultandolo in un movimento associativo che abbraccia una moltitudine di sport e che fa dell’ENDAS una degli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI più numerosi in termini di numero di tesserati.

L’ufficializzazione della nomina a Segretario Generale del maestro Antonio Di Maggio è arrivata il 13 aprile scorso, durante i lavori della Direzione Nazionale che ha ratificato la decisione presa dal presidente dell’Ente, Paolo Serapiglia, alla presenza di Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quest’ultimo ha sottolineato l’importanza di un Ente storico come L’ENDAS nel Paese, in continuità con quanto già dichiarato nella prima Conferenza Programmatica sulla Promozione Sportiva, tenutasi al CONI pochi giorni or sono. Il presidente Serapiglia, maestro di arti marziali, ha conosciuto e lavorato con Antonio Di Maggio durante il decennio in cui quest’ultimo ha rivestito la carica di Segretario Generale della Federazione Italiana Taekwondo (1985-1994). L’investitura di Di Maggio all’interno dell’ENDAS scaturisce non solo da una profonda stima – come il presidente Serapiglia ha tenuto a precisare - ma sopratutto dalla propria professionalità e conoscenza del mondo sportivo.


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply