Abu Dhabi: secondo turno fatale per Esposito

Abu Dhabi: secondo turno fatale per Esposito

Termina presto la seconda giornata azzurra ai Campionati Mondali under 21 di Abu Dhabi: Giovanni Esposito, unico italiano in gara oggi nei 66 kg, è uscito purtroppo al secondo turno delle fasi eliminatorie. Partito con determinazione, il napoletano ha spuntato il primo turno al golden score: ingrandando lentamente, Giovanni ha recuperato due sanzioni negli ultimi trenta secondi di incontro, incalzando [...]

Pubblicato da AC il 24 ott 2015 in Abu Dhabi

Termina presto la seconda giornata azzurra ai Campionati Mondali under 21 di Abu DhabiGiovanni Esposito, unico italiano in gara oggi nei 66 kg, è uscito purtroppo al secondo turno delle fasi eliminatorie.

Partito con determinazione, il napoletano ha spuntato il primo turno al golden score: ingrandando lentamenteimage, Giovanni ha recuperato due sanzioni negli ultimi trenta secondi di incontro, incalzando il bosniaco Petar Zadro. Vessato in perfetto stile “Esposito” Zadro non ha potuto nulla al Golden Score, ottenendo la sanzione decisiva dopo circa un minuto. E’ stato invece fatale lo scontro con il campione europeo junior in carica, il russo Pavel Patokov che con un micidiale sankaku ha tagliato la strada al giovane azzurro. Tanta esperienza dunque per il cadetto Esposito, da capitalizzare per il futuro più prossimo.

Oggi le medaglie d’oro sono andate a KossovoGiappone e Korea. A conquistare i 52 kg la kossovara Distria Krasniqi che schiantando la georigiana Mariam Janashvili si inserisce nella scia d’oro della “top class” connazionale Majlinda Kelmendi; la francese Astride Gneto si conferma sul terzo gradino del podio con la portoghese Mariana Esteves. Il titolo mondiale dei 57 kg va alla campionessa nipponica under 18 Haruka Funakubo che lascia sul secondo gradino del podio la campionessa europea in carica Stefania Dobre; in bronzo la francese Sarah Harachi e la slovena Andreja Leski. E’ invece Masaya Asari il campione iridato dei 66 kg: in finale il nipponico ha eliminato un “outsider di classe”, lo spagnolo Alberto Gaitero, protagonista di una giornata oltre ogni attesa; le medaglie di bronzo sono andate al brasiliano Daniel Cargnin e all’azero Hiadayat Heydarov. A conquistare i 73 kg il koreano Kang Heon-Cheong che in finale ha vessato il campione europeo Tamazi Kirakosashvili; le medaglie di bronzo al brasiliano Lincoln Neves e allo sloveno Martin Hojak che si mantiene sul podio d’alto livello dopo l’argento continentale 2015.

Il medagliere per nazione resta nelle mani del Giappone con quattro ori, un argento e un bronzo. Seguono Korea del sud (2 1 1 ) e Kazakhstan (1 0 0) e Kossovo (1 0 0).

Domani in gara la trevigiana Alessandra Prosdocimo: al primo turno l’azzurra sarà di fronte alla messicana Debanhi Ochoa. Anche domani, l’appuntamento è per le 11:00 ora locale, le 8:00 italiane.

 

 

image

Commenta con Facebook

commenti