A Recco Judo in piazza con il Trofeo Moltedo e il Memorial Sergio e Maurizio

A Recco Judo in piazza con il Trofeo Moltedo e il Memorial Sergio e Maurizio

La gara si svolgerà sulla piazza del Comune di Recco, posizione centrale e prestigiosa, a ridosso della passeggiata a mare e delle spiagge. Sette le squadre partecipanti quest’anno al Trofeo Moltedo e cinque al Memorial Sergio e Maurizio. Per i “ragazzi”, oltre alla Pro Recco Judo, saranno presenti le società Sharin Judo Quiliano (SV), Kumiai (TO), Judo Scat (GE), Budo Semmon Gakko (GE), JudoMarassi (GE) e Kimura (GE). A contendersi il Memorial saranno invece: l’Accademia Torino, le rappresentative di Liguria, Toscana e Sicilia, oltre che, naturalmente, la squadra della Pro Recco Judo.

Pubblicato da US-PRJ il 20 giu 2018 in Recco

Non è estate per gli amanti del judo della Riviera Ligure di levante senza che abbia avuto luogo il Trofeo Moltedo, organizzato dagli amici della “Pro Recco Judo” e programmato per il prossimo 23 giugno. Vinto lo scorso anno dalla Società Budo Semmon Gakko di Genova, il trofeo è giunto alla sua 17a edizione. E’ previsto quest’anno un cambio di sede: il trofeo si svolgerà, infatti, sulla piazza del Comune di Recco, posizione centrale e prestigiosa, a ridosso della passeggiata a mare e delle spiagge, che potranno accogliere atleti e familiari per un buon gelato e un bel bagno al termine della gara.

Gli atleti gareggeranno quindi all’aria aperta e non tra le mura di una palestra in una gara a squadre formate ciascuna da tre judoka maschi e due femmine della categoria “ragazzi”.  Se al mattino saranno i pre-agonisti a contendersi il trofeo, al pomeriggio e la sera sarà la volta delle squadre formate da judoka junior e senior a dare prova della propria preparazione.

Da cinque anni a questa parte, infatti, al trofeo Moltedo si è aggiunto un altro importante appuntamento: il Memorial Sergio e Maurizio, vinto lo scorso anno dalla Pro Recco Judo, padrona di casa.

Sergio Ferrari e Maurizio Canovaro, atleti prima e tecnici poi, prematuramente scomparsi, ai quali il memorial è dedicato, vengono ricordati con grande affetto dagli amici judoka ma anche da tutti coloro che hanno avuto la fortuna di averli come maestri. Il loro altruismo disinteressato e gioioso e il loro impegno sono stati testimonianza, ancor oggi viva, di quanto dedicare il proprio tempo in modo gratuito per far crescere sportivamente e umanamente i bambini venga sempre ripagato dal ricordo intenso e affettuoso.

Felice e consolidata la scelta di confrontarsi con una gara a squadre, dove la prestazione individuale diventa parte della prestazione di un gruppo, nel quale si sperimentano condivisione, supporto reciproco, affiatamento, si rafforzano legami e si stemperano le differenze.

Gli atleti delle varie squadre trascorreranno insieme la giornata, aldilà del puro momento agonistico, ed è usuale che si creino e si rafforzino relazioni di amicizia, per fare diventare una giornata di sport un’occasione di divertimento vero e proprio.

Nel corso degli anni, oltre alle società liguri tradizionalmente presenti, si sono aggiunte società e rappresentative provenienti da altre regioni d’Italia, dando alla manifestazione un respiro nazionale.

 


Commenta con Facebook

commenti