A Misk, Matteo Medves vice campione d’Europa per la seconda volta

A Misk, Matteo Medves vice campione d’Europa per la seconda volta

Gli European Games in programma a Misk, Biellorussia, coincidono con l’edizione 2019 dei Campionati d’Europa di Judo. L’Italia inizia la prima giornata di gare con la splendida medaglia di Matteo Medves, che conquista per la seconda volta in carriera e per il secondo anno consecutivo la medaglia d’argento nella categoria al limite dei 66 kg. Quest’oggi in gara vi era anche la vice campionessa olimpica di Rio De Janeiro, Odette Giuffrida, che si ferma ai piedi del podio nella categoria dei 52 kg. Manuel Lombardo e Francesca Milani si fermano invece al secondo turno. Mentre Francesca Giorda e Martina Lo Giudice escono al primo turno. Anche l’arbitro mondiale Roberta Chyurlia conquista una finale in questo campionato d’Europa: è lei infatti ad essere stata selezionata per officiare la finale dei 60 kg.

Pubblicato da Ennebi il 22 giu 2019 in Barcellona, ESP

Dopo Tel Aviv 2018, anche Misk 2019. Matteo Medves fa il bis e lo fa con grande stile. Disputa cinque incontri. Al primo turno, supera per waza-ari ed ippon l’ungherese Zsolt Gorjanacz; al secondo turno Matteo s’impone dopo pochi seondi di golden score sullo sloveno Adrian Gomboc, numero 13 al mondo, giaà quinto alle olimpiadi di Rio 2016; ai quarti di finale Matteo manda ai recuperi l’irlandese Nathon Burns conquistando l’accesso alla semi finale, dove l’aspetta il numero 1 della World Ranking List (WRL), il georgiano Vazha Argvelashvili. È grazie ad un waza-ari che Matteo spedisce l’avversario alla finale per il terzo posto. Nella finalissima, Matteo tiene testa per 3 minuti e 40 secondi al fuoriclasse ucraino Georgii Zantaraia, che è salito sul podio dei campionati del mondo per ben sei volte, e che oggi conquista per la terza volta il titolo europeo.

La medaglia d’argento conquistata quest’oggi alla seconda edizione degli European Games permette a Matteo non solo di scalare la classifica mondiale di circa 10 posizioni dall’attuale 42° posto, ma anche di conquistare punti preziosi, ben 490, che varranno al 100% per la qualificazione olimpica che si chiuderà il 25 maggio 2020. In Italia, la miglior posizione del WRL nella categoria dei 66 kg è occupata dal giovanissimo Manuel Lombardo, che verrà premiato proprio a Minsk quale miglior atleta juniores in Europa per il 2018, attualmente numero 19 della classifica mondiale. Manuel Lombardo era in gara quest’oggi a Minsk dove si è fermato al secondo turno eliminatorio per mano del bielorusso Dzmitry Shershan.

Non è arrivata nessuna medaglia dalle atlete azzurre in gara quest’oggi. La vice campionessa olimpica di Rio 2016, Odette Giuffrida, conquista un quinto posto che lascia lei ed i suoi supporter con l’amaro in bocca. La sua giornata inizia con la vittoria per ippon ai danni della portoghese Mariana Esteves; l’incontro successivo la vede scontrarsi con la tre volte medaglia iridata, la rumena Andrea Chitu, già due volte campionessa d’Europa. Odette chiude l’incontro al sesto minuto di solgen score per ippon. Stremata, arriva ai quarti di finale dove l’aspetta la numero 7 al mondo, la russa Natalia Kuziutina, medaglia di bronzo olimpica e tre volte bronzo iridato. Dopo 4 minuti, l’incontro si chiude a sfavore dell’azzurra. Giunta ai recuperi, Odette ci mette tre minuti esatti ad eliminare l’azera Guitaj Mammadaliyeva, accedendo alla finale per il bronzo. Qui, l’incontro con la francese numero 1 del WRL, Amandine Buchard, si chiude al settimo minuto di golden score. Odette deve accontentarsi della quinta piazza, ma può essere fiera di aver combatutto con grande onore. I punti conquistati quest’oggi dovrebbero farle scalare dalle 2 alle 3 posizioni, partendo dall’attuale 11° posto della WRL.

Per l’Italia quest’oggi erano in gara anche Francesca Milani e Francesca Giorda, entrambe nella categoria 48 kg. La prima dei due esce al secondo turno per mano della russa Irina Dolgova, numero 7 al mondo e già campionessa d’Europa: la seconda esce invece al primo turno con la francese Melaine Clement, numero 14 al mondo. Nei 57 kg, esce al primo turno anche Martina Lo Giudice, che viene superata dall’esperta Sabrina Filzmoser, due volte medaglie iridata e due volta campionessa d’Europa.

Anche l’arbitro mondiale Roberta Chyurlia, che verrà premiata proprio a Minsk per la seconda volta consecutiva come miglior arbitro donna in Europa, conquista una finale in questo campionato continentale: è lei infatti ad essere stata selezionata per officiare la finale dei 60 kg.

Con un secondo ed un quinto posto, l’Italia occupa la sesta piazza provvisoria del medaglie per nazioni, che è al momento capeggiata dall’Ucraina, che ha in attivo due medaglie d’oro grazie alle prestazioni del giaà citato Zantaraia e della fuori classe Bilodid. Russia e Kosofo si trovano rispettivamente in secondo e terza piazza provvisoria.

FOTO EJU – Italiani a Minsk – Prima Giornata European Games 2019 


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply