A Frosinone l’ Akiyama è protagonista

 4-5/12/2010 Il week end del 4-5 dicembre 2010 è stato un fine settimana più che intenso e non poteva essere altrimenti con ben 4 campionati italiani nel giro di sole 48 ore. Il palazzetto di Frosinone vede accogliere per prime le atlete senior con 9 squadre iscritte. In finale approdano le fiamme azzurre, alla loro [...]

Pubblicato da Cinzia Bonfante il 26 ago 2013 in Frosinone

 4-5/12/2010 Il week end del 4-5 dicembre 2010 è stato un fine settimana più che intenso e non poteva essere altrimenti con ben 4 campionati italiani nel giro di sole 48 ore.

Il palazzetto di Frosinone vede accogliere per prime le atlete senior con 9 squadre iscritte.

In finale approdano le fiamme azzurre, alla loro prima presenza in un campionato a squadre, battendo le fiamme gialle e l’ Isao Okano. Nella seconda semi poul invece sono le carabiniere ad avere la meglio e arrivare in finale battendo in ordine la squadra Budo Semmon Gakko e l’ Akiyama.

La prima finale di questo campionato italiano vede quindi fronteggiarsi rispettivamente G. S. Carabinieri e Fiamme Azzurre, il titolo però và nelle mani delle carabiniere. I due bronzi vanno al G.S. Fiamme Gialle contro l’ Akiyama e all’ Isao Kano che battendo in finale per il terzo posto la squadra Banzai Cortina Roma è l’unica squadra civile sul podio.

Nella gara maschile, sono 17 le squadre presenti. I protagonisti della finale sono le Fiamme Azzurre, ormai da anni presenti nella finale del campionato a squadre, e L’ Akiyama. La Polizia Penitenziaria arriva in finale battendo in ordine la squadra Judo Frascati, il Gruppo Sportivo Fiamme Oro e in semifinale il Gruppo Sportivo Forestale; mentre l’ Akiyama sconfigge il Kodokan S. Angelo,  il Cus Siena e in semifinale i detentori del titolo, il Gruppo Sportivo Carabinieri.

Le medaglie di Bronzo vanno al G.S. Forestale, prima medaglia per loro in un campionato a squadre, contro Judo Club Camerano e al G.S. Carabinieri contro le Fiamme Oro.

 

Nel raccontare queste giornate diventa inevitabile non parlare di cosa sono riusciti a fare i ragazzi dell’ Akiyama capitanati da Pierangelo Toniolo, é da talmente tanto tempo che una squadra civile non vince il titolo a squadre maschile che quasi non si sa quando è stata l’ultima volta, i più informati ricordano che l’ultimo titolo andato ai civili è di circa quarant’anni fa ai tempi del Ronin Monza. Queste sono le premesse che faranno rimanere la vittoria dell’ Akiyama per molto tempo nelle menti e nei cuori di tutti, sperando che non si debba aspettare altri 40 anni per rivedere una squadra civile sul gradino più alto del podio.

Per onore di cronaca l’ Akiyama aveva vinto il titolo già nel 2003 a Prato, ma i militari li non c’erano…!

La finale tra Akiyama e Fiamme Azzurre vede cosi fronteggiarsi atleti di qualità, nuove promesse del judo e Atleti di esperienza internazionale.

Le Fiamme Azzurre si portano subito i vantaggio con la vittoria di Caudana su Leccese, Regis frena la corsa portandosi a casa un pareggio contro Faraldo che solo pochi minuti dopo diventerà un pareggio importante quanto una vittoria!

Bruyere Francesco dall’alto della sua esperienza guadagna una vittoria contro lo junior Carollo Massimiliano.

Lambert Christopher e Breitbarth Andrei leggono la voglia di tutta la squadra, spalti compresi e ci credono battendo cosi per ippon rispettivamente Bagnoli Lorenzo e Borin Alberto. Di sicuro questa è tutto meno che una finale scontata… 2 a 2 palla al centro! Si ripete l’incontro tra Regis e Faraldo.

Sta volta, però con esito diverso, Regis alza il ritmo e sta volta ha la meglio, l’akiyama conquista così il titolo e regala a tutti i presenti qualcosa di storico!

Siamo al giro di boa, è finita solo la prima giornata di gare, nel secondo giorno sono i cadetti a dover dare spettacolo.

Nelle donne Il Banzai Cortina con Odette Giuffrida (premiata come migliore atleta tra le cadette), continua il suo lavoro suoi giovani vincendo il titolo contro il judo Santena, già argento nel 2009, mentre i terzi posti vanno a judo M.K. team contro Judo Brianza e alla squadra Judo Vittorio Veneto sulla Ginnastica Triestina.

Nei Maschi L’ Akiyama si riconferma sul gradino più alto del podio quasi a voler imitare i più grandi. Il secondo posto va al Centro Incontri Judo con Boni Dario che da alla propria squadra l’unico punto della finale e viene premiato come migliore Atleta tra i cadetti.

Sul podio anche la Società Ginnastica Triestina sui campani del New Olimpic Club, e

il Banzai Cortina Roma che dopo aver vinto il titolo femminile sale sul podio con i maschi battendo il Geesink Team.

Le luci del palazetto di Frosinone si spengono dopo un intenso week end di judo, degno di un campionato italiano a squadre, la gara forse più attesa, seguita e sentita dell’anno!

 


Commenta con Facebook

commenti