IV week end di judo

IV week end di judo

Anche quest’anno si è rinnovato l’appuntamento con lo stage 4° week end di judo, svoltosi il 24 e 25 Maggio 2014. Non vogliamo parlarvi dei numeri, che sono stati come tutti gli anni elevati e che confermano il buon lavoro fatto, ma di come  DUE SIGNORE DEL JUDO Italiano hanno saputo trasmettere le loro conoscenze [...]

Pubblicato da Pat il 3 giu 2014 in Torino

Anche quest’anno si è rinnovato l’appuntamento con lo stage 4° week end di judo, svoltosi il 24 e 25 Maggio 2014. Non vogliamo parlarvi dei numeri, che sono stati come tutti gli anni elevati e che confermano il buon lavoro fatto, ma di come  DUE SIGNORE DEL JUDO Italiano hanno saputo trasmettere le loro conoscenze ai partecipanti in perfetta sinergia: il riferimento e’ a Laura Di TomaLaura Zimbaro.

Lo stage aperto a tutte le categorie ha visto oltre cento agonisti arrivati da tutta Italia ed Europa alternarsi sul tatami, applicando quanto la direzione tecnica ha proposto  con metodo innovativo e grande abilità.

Tema dello stage di quest’anno per gli agonisti era “la progressione dell’uchi mata”  e l’ applicazione in competizione con le modifiche del  nuovo regolamento internazionale. L’argomento e’ stato cosi’ apprezzato che gli atleti non si sono accorti del passare del tempo.

13 zimbaMai sazi di quanto Laura Zimbaro spiegava e di quanto Laura Di Toma completava con professionale argomentazione, i partecipanti hanno potuto migliorare e completare LA TECNICA  in tutte le sue sfaccettature: dal Shizen-hon-tai (posizione naturale fondamentale) fino alla proiezione finale passando dal  Kuzushi-Tsukuri fino al Kake (proiezione).

Per la cinquantina di pre-agonisti la direzione tecnica ha lavorato sulla propedeutica del seoi nage e dell’ouchi –gari.

Attraverso i giochi proposti  i bambini hanno raggiunto l’obbiettivo partendo dalle Kumi-kata fino al Tsukuri – Michiaku (“il contatto”) imparando che nel judo il Michiaku non è solo un contatto, bensi’ uno stato di “unione” sinergica in cui due corpi vengono a trovarsi durante un’azione, di trazione o di spinta, generalmente una proiezione, senza che il ritmo ne sia interrotto e l’equilibrio spezzato.

Le nostre insegnanti hanno conquistato  i piccoli e affascinato gli istruttori, che sono stati omaggiati del cd dell’intero stage, poiché è nella politica delle organizzatrici trasmettere e diffondere il piu’ possibile quanto appreso durante lo stage.

12 propadeutica al Ouchi-gari

Il WEEK END DI JUDO e’ un progetto frutto della passione e dell’amicizia che le lega da anni le organizzatrici con la direzione tecnica dello stage, con l’obiettivo comune e condiviso di accresce la conoscenza e le capacità di tutti.

Ha  animato la serata del sabato la gita al lago, dando a tutti la possibilità di conoscere luoghi di straordinaria bellezza in amicizia e allegria.

Nella pausa del pomeriggio sono stati proposti  giochi di gruppo e al saluto finale sono state premiate le squadre.

 

Arrivederci più numerosi che mai al prossimo anno. CARPE DIEM …………………..2015


Commenta con Facebook

commenti