Matteo Pellicone rassegna le dimissioni

Matteo Pellicone rassegna le dimissioni

Circolava da qualche tempo, ora la notizia è ufficiale: dopo oltre trent’anni dal suo primo mandato il presidente Matteo Pellicone si è dimesso dalla carica di Presidente della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali. All’età di 78 anni, in ragione delle sue condizioni di salute che richiedono una cura assidua, il presidente ha rimesso [...]

Pubblicato da AC il 29 nov 2013 in Monza

Circolava da qualche tempo, ora la notizia è ufficiale: dopo oltre trent’anni dal suo primo mandato il presidente Matteo Pellicone si è dimesso dalla carica di Presidente della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali.

All’età di 78 anni, in ragione delle sue condizioni di salute che richiedono una cura assidua, il presidente ha rimesso nelle mani del consiglio federale il mandato che esercitava dal 1981, per consentire alla Federazione di proseguire nel suo percorso di crescita, impresso con particolare volontà a partire dall’ultimo mandato.

Ora spetta al presidente vicario, il maestro Franco Cappelletti guidare l’Italia al voto previsto per il prossimo 1 febbraio 2014 quando l’Assemblea Straordinaria Elettiva darà un nuovo presidente alla FIJLKAM.

Il judo italiano in questo momento di transizione tutt’altro che banale, avrà la responsabilità di unirsi senza frammentarsi negli inutili campanilismi della “corsa alle poltrone”:  è cruciale per il judo olimpico trovare la strada per transitare verso un nuovo equilibrio che rappresenti un vero punto di svolta e di crescita.

Italiajudo con rispetto e simpatia approfitta dell’occasione per ringraziare il presidente Pellicone da tanti amato e da tanti criticato, dai più considerato il nostro più acerrimo rivale; in vero il dottor Pellicone in questi anni è stato un “sostenitore” sagace della nostra attività talvolta irriverente, talvolta conciliante, intrattendendo per primo una dialettica accesa ma cordiale quando altri ci avrebbero volentieri sbarrato la strada.

 A lui, l’augurio di una positiva soluzione dei suoi problemi di salute, all’Italia del judo JITA KYOEI.


  1. Marco Bottinelli says:

    Auguri al dott. Pellicone in primo luogo per la sua salute.
    A Noi constatare che in questi 2 o 3 giorni abbiamo assistito alla caduta degli Dei. Cariche quasi a vita, carriere di lunghezza innaturali in un sistema democratico (e anche la federazione lo dovrebbe essere)arrestarsi senza preavviso, senza lo scricchiolio che precede i crolli. E’ forse il nuovo che avanza?? speriamo avanzi,lavori e dopo un po’ lascio spazio ad altro nuovo in un naturale e continuo avvicendamento che l’ITALIA raramente conosce.

    • Erminia Zonno says:

      Purtroppo, in questi 2 o 3 giorni, a me è toccato constatare quanto grande sia “la miseria umana”.Quanto sia facile per i “deboli” sentirsi “forti e democratici” solo quando ci si illude che il sistema “crolli”.
      Le domande che, in questi 2 o 3 giorni , mi sono posta sono:
      dove erano questi “democratici innovatori” negli ultimi quadrienni, visto che l’esito elettorale è stato sempre unanime e totalitario?
      dove erano i sostenitori del Maestro Crocieri lasciato solo ad “immolarsi per la causa democratica?
      Secondo il mio modesto parere,in questo momento, oltre che ha cercare fantomatici candidati, bisognerebbe prima fare una accurata ricerca per individuare “UOMINI” che abbiano la “RARA” capacità di capire quando sia il momento di un doveroso e rispettoso SILENZIO.
      ERMINIA

  2. Zanesco Claudio says:

    Ricordare Pellicone e ricordare quello che sono stato nella Federazione è un tutt’uno, dai miei primi passi come consigliere regionale, organizzatore di gare, delegato provinciale, ecc. ecc. fino a quell’ultimo intervento in assemblea nazionale di un anno fa e alla sua chiamata successiva per chiedere un tentativo di dialogo con Croceri con cui se ne erano dette di tutto un pò poco prima, lo definirei uno zio, deciso, severo, ma conciliante con chi gli diceva le cose come le pensava, certamente un grande dirigente sportivo, un augurio a Lui per i problemi personali che lo affliggono.

  3. Zanesco Claudio says:

    E ora spetta ai judoKA, ai lottatori, ai karateKA, ai jujutsuKA, ai sumoKA, agli aikidoKA della Federazione decidere se rieleggere un nuovo Presidente con questo sistema, dove come ribadito più volte un terzo delle società decide per tutti o chiedere una maggiore democrazia elettiva

  4. Carlo Grava says:

    Democrazia! E’ una parola che circola dal 1947, in maniera più insistente,in uno dei Paesi meno democratici d’ Europa perché legato da secoli alle regole del vassallaggio. Regole che non riguardano solo la politica, ma tutte le attività sociali della Nazione Italia. Questa premessa è per dire che ci vorrà molto coraggio per poter diventare un Paese, primo passo indispensabile, quindi il secondo sarà quello di saper decidere le regole con cui giocare e avere il dovere di rispettarle come avviene in un principio democratico e sociale evoluto di un Paese come dovrebbe essere l’ Italia. Immagino che già a Roma oggi ci saranno tentativi di inciuci, e accordi per mantenere le situazioni dei vassalli che cercheranno di convincere i valvassori e valvassini di quanto sarà meglio eleggere un governante X che……Intanto i contadini e servi della gleba che creano realmente il fondo cassa potranno sperare in un mondo che li faccia pagare meglio e vivere meglio !!! Se invece si riuscirà a distaccarsi dal sistema medievale e si cercherà di individuare realmente un’ organizzazione professionale seria organizzata e dinamica, che abbia come obiettivo principale l’ aumento di praticanti che in questo modo possano determinare un maggior peso sociale e volendo politico, forse potremo dimostrare che gli sport minori possono determinare, come fece un certo Davide con Golia, un miglioramento di un Paese come l’ Italia palesemente alla deriva.

  5. alfio says:

    TANTISSIMI AUGURI PRESIDENTE

  6. silvio says:

    il cammino verso una piena democrazia e sopratutto per un judo veramente partecipato e guidato da persone effettivamente competenti(qualcosa si sta muovendo), a tutti i livelli, soprattutto quelli di base, è ancora molto lungo…

  7. GAROFALO LUIGI says:

    POCHE PAROLE AD UN GRANDE PRESIDENTE. TANTISSIMI AUGURI PRESIDENTE LUIGI GAROFALO DA SALERNO

  8. Mannini Mirio says:

    Dei grandi personaggi molti ne dicono bene, altri, sempre molti, ne dicono male… Dottor Pellicone, lei è stato il nostri Presidente per tanti anni (molti dicono per troppi), non sta a me discutere su questo, ma lei ci ha rappresentato, ci ha coeso e spinto in avanti, ci ha fatto sentire di essere “una forza”. Ora è il momento di cercare di dare a lei quello che lei ci ha dato: presenza assidua, rispetto delle regole… E’ il momento di esserle vicino, di farle sentira il calore della sua Federazione. Sono sicuro che tutti, come me, in questo momento stanno facendo questo. Con infinita stima…ASD I Samurai KGR Grosseto.

  9. Luigi says:

    Un caloroso augurio ad un grande Presidente da tutto il Ju Jitsu siciliano….

Commenta con Facebook

commenti